Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1330
VITTORIA - 05/07/2012
Attualità - Lions 39°Charter Night: partecipata cerimonia di passaggio della Campana a Villa Orchidea

Il neurologo Franco Iemolo nuovo presidente del Lions

Illustrato il programma delle iniziative per fare emergere le positività del territorio vittoriese
Foto CorrierediRagusa.it

Il professore Francesco Iemolo (sx), direttore della Struttura Complessa provinciale di Neurologia, nonché docente di Neurofisiologia strumentale all’Università di Catania ed associato di ricerca al Consiglio Nazionale delle Ri-cerche di Palermo, è il nuovo presidente del Lions Club di Vittoria. Dopo i ringraziamenti di rito e dopo aver presentato il nuovo direttivo, Iemolo ha richiamato l’attenzione sui compiti specifici del lionismo, ricordando peraltro che oggi i Lions italiani sono la prima organizzazione non governativa del Consiglio d’Europa, che ha attuato in pieno il codice di Strasburgo sulla partecipazione della società civile ai processi decisionali pubblici e che le forze più vive della cultura e della società civile, di fronte alla complessità ed al problema del nostro vissuto, hanno pari capacità di sintesi nell’esercizio della sovranità popolare.

Il neo presidente Iemolo ha incitato i Lions ad uscire dai vari sodalizi per farsi parte dirigente della comunità in cui si vive ed ha ricorda la frase di suor Teresa di Calcutta: «Ogni cosa che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano, ma se non ci fosse quella goccia, all’oceano mancherebbe». Dobbiamo pertanto spezzare le catene del silenzio!

«Dobbiamo cercare- ha detto Iemolo- per quanto possibile, di interessarci alla nostra Comunità, di saper «leggere» i suoi bisogni e di impegnarci, a tutti i livelli, ad intervenire mettendo a disposizione la nostra professionalità, le nostre competenze, le nostre conoscenze e le nostre capacità organizzative. Sollecitando, per esempio, la collaborazione e la condivisione delle altre associazioni territoriali, degli enti locali e regionali (il recente convegno molto partecipato sulla «microcriminalità», organizzato dal giudice Antonio Corbino, ne è un esempio)».

Indispensabile, per il professore Iemolo, è l’educazione all’Europa. Il futuro dell’Europa dipenderà dall’europeismo illuminato della leadership europea, ma anche dalla nostra ansia di far crescere una coscienza autenticamente europea, dalla capacità di trasmettere questo patrimonio di valori alle future generazioni.

A fine serata è stata presentata la linea programmatica di attività e di sviluppo, denso di fattività e spirito lionistico: dal Lionsbook, cenacolo culturale e di critica letteraria, alla formazione dei docenti della scuola primaria (programma già iniziato nel 2011 in collaborazione con la prof.ssa Franca Campanella) per riconoscere i disturbi dell’apprendimento, più comunemente noti come «Dislessia», al progetto, avviato a Vittoria dai giovani Leo, per un defibrillatore in ogni scuola ed in ogni ufficio pubblico, alla difesa ad oltranza del territorio ed alla bonifica ambientale.

Fra le altre iniziative, l’organizzazione di un concerto lirico di gala, il cui ricavato sarà destinato alla realizzazione di progetti umanitari, un concorso-mostra di pittura e di educazione alla pittura, un concorso di fotografia, un convegno sul poeta vittoriese» Neli Maltese», un concorso «Narra Vittoria, la rinascita del Leo Club a Vittoria ed infine un progetto, ma non meno importante, che sta particolarmente a cuore al neo-presiden-te e cioè la creazione di una università libera per opera di un consorzio Lions.