Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 984
VITTORIA - 03/07/2012
Attualità - Un falso annegamento provoca paura sulla spiaggia della Lanterna

Valentina85, a Scoglitti (per fortuna) non è morto nessuno

Una lettrice ci chiede perché non abbiamo messo la notizia di uno o due morti per annegamento: perché non è annegato nessuno!

Alla cara e preoccupata lettrice Valentina85… che ci stimola e al contempo ci «rimprovera» per non avere pubblicato in tempo reale la notizia della morte per annegamento di due persone a Scoglitti, rispondo che non l’abbiamo data semplicemente perché non è annegato nessuno. L’inferno a cui ella ha assistito sulla spiaggia di Scoglitti, per fortuna non ha provocato la morte di un ragazzo né di ragazza. Ha per caso letto da qualche altra parte di annegamento a Scoglitti?

Abbiamo già troppe tragedie in questo paese per inventarci anche quelle che non ci sono. Il sito online non scrive ciò che pensa come si fa su facebook o su twitter, è veloce ma valuta e verifica le notizie che a volte sono frutto della fantasia popolare tramite le forze istituzionali, come le regole deontologiche del buon giornalismo esigono. Cioè quello che abbiamo fatto la sera dell’inferno a Scoglitti che Valentina85 ha visto sulla spiaggia.

La notizia ufficiale è che due cugini in difficoltà sono stati salvati da bagnini che operano per i locali esistenti sulla riviera Lanterna. Poi s’è sparso il passa parola fra bagnanti che altri due erano difficoltà e che forse erano annegati. No, chi era in difficoltà è uscito dall’acqua con le proprie gambe ed è tornato a casa felice per lo scampato pericolo senza dare pubblicità alla cosa. Ecco perché nessuno l’ha visto uscire dal mare. Per maggiore tranquillità di Valentina85 e dei tanti lettori che hanno telefonato, dirò che a nessun comando di forze dell’ordine è giunta denuncia di scomparsa di persone, la prima cosa che fa una famiglia o un parente quando non vede tornare a casa un congiunto.