Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 977
VITTORIA - 08/06/2012
Attualità - La notizia non è stata ancora ufficializzata ma già circola

Mercato Fanello, Walter Cavanna è il nuovo direttore

Si tratta di un ex vigile urbano e dell’attuale responsabile Urp. E’ considerato un uomo molto rispettoso delle regole e della legalità
Foto CorrierediRagusa.it

La notizia non è ancora ufficiale, ma nelle prossime ore lo sarà. Walter Cavanna (foto), 56 anni, ex vigile urbano, è il nuovo direttore del mercato ortofrutticolo di Vittoria. Venerdì l’hanno visto di buon mattino girare all’interno della struttura di Fanello prima ancora che iniziassero le attività di compravendita commerciale e la notizia ha cominciato a fare il giro negli ambienti, anche l’interessato non fa trapelare nulla.

Cavanna è l’attuale responsabile Urp del Comune, ha un passato piuttosto «caldo» come sottufficiale nella Polizia municipale ai tempi del comandante Giuseppe Piccione e viene considerato un funzionario rispettoso delle regole, dell’ordine, della disciplina e ligio al dovere, caratteristiche che prima di chiedere agli altri è capace di autoimporsi.

Il mercato è a un bivio: invertire la tendenza di decadenza in cui è piombato negli ultimi 15 anni, oppure rialzare con orgoglio la testa e tornare a essere quel cuore pulsante dell’economia siciliana che era ai tempi dell’antico splendore. Per fare questo, Cavanna dovrà mettere mano, di concerto con l’amministrazione comunale, alla revisione del regolamento mercantile datato 1971.

In passato i direttori del mercato sono stati quasi sempre attenti ai «suggerimenti» della classe amministrativa, anche se sbagliati. E infatti hanno sempre pagato di persona e per errori altrui. Un direttore autorevole e con i requisiti di Walter Cavanna deve fare rispettare le regole, attuare i controlli giusti, regolamentare gli accessi, osservare gli orari di apertura e chiusura, offrire più servizi ai concessionari, ai produttori e ai commercianti. Solo così ci potrà essere una vera inversione di tendenza rispetto al passato.