Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 273
VITTORIA - 28/05/2012
Attualità - Forte denuncia ambientalista contro la potatura degli alberi

Capitozzatura «antipidocchi»: ficus spogli

La furia dell’ambientalista Rino Strano s’abbatte sugli addetti al verde del Comune che hanno potato gli alberi esistenti nei pressi dello stadio comunale
Foto CorrierediRagusa.it

Quando interviene Rino Scarso, con comunicati stampa e documentazione fotografica a corredo di grande impatto ambientalista, è perché è carico di bile. Ha ricevuto le telefonate di due ambientalisti come lui, Gianluca Occhipinti e Lorenzo Cascone che gli segnalano come sono state ridotte le piante di ficus (foto) nei pressi dello stadio comunale e s’è preso una collera tale da definire «criminali», «incompetenti», «incoscienti», «ammazza-alberi», «di professione legnaioli» gli autori di tale scempio ambientale.

Volendo sdrammatizzare, se può servire a lenire la rabbia di Strano, diciamo che tutto sommato hanno fatto una potatura antipidocchi. Come una volta si rasavano a zero le teste dei bambini in età d’asilo o elementari per evitare di acchiappare i parassiti nelle scuole.

«Adesso basta, le misure sono veramente colme! Chi è il criminale –s’interroga Rino Strano- che ha dato questi efferati ordini. Si pretende adesso il suo nome perche dovrà rispondere e giustificare questo suo insano gesto di incompetente crudeltà e dovrà pagare di persona. Il nostro comune può permettersi di sprecare tante risorse umane ed economiche in opere di devastazione e degrado? Ma perché l’ennesima squadraccia dei legnaioli comunali continua a mietere vittime innocenti. Date queste loro «specifiche« competenze, vadano ad estirpare le erbacce che infestano abbondantemente tutte le aiole dentro la città, tutti gli indecorosi ingressi cittadini e che vadano a bonificare tutte le strade comunali. Avrebbero fatto sicuramente un discreto lavoro e i nostri soldi non sarebbero andati sprecati».