Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 903
VITTORIA - 09/12/2011
Attualità - Convegno sul Walfare e federalismo fiscale a Vittoria

Riccardo Nencini, una manovra più equa è possibile

Partiti politici e parti sociali hanno fatto l’analisi sullo Stato sociale e il federalismo
Foto CorrierediRagusa.it

Grande partecipazione di pubblico al convengo organizzato dalla sede provinciale dell’Istituto «F. Santi» sul tema del federalismo fiscale e delle sue rifluenze sullo Stato sociale. Presenti numerose associazioni che operano nel campo dei servizi sociali, i rappresentanti delle categorie produttive, Cia, Confcommercio, sindacalisti, consiglieri ed amministratori comunali.

Hanno portato il saluto il presidente del Consiglio Comunale Salvatore Di Falco, Gianni Caruano capogruppo consiliare del PD, il segretario provinciale di SEL Enzo Cilia, l’assessore Luigi D’Amato per Progetto Vittoria, l’assessore ai Servizi sociali Giuseppe Malignaggi per l’amministrazione comunale.
Ha introdotto i lavori il presidente provinciale del «F. Santi» Livio Mandarà (nella foto da sinistra con l’on. Riccardo Nencini)- sul tema centrale della necessità di come coniugare i principi della libertà e quello della giustizia sociale e di come lo stato sociale, cosi come lo abbiamo conosciuto in Italia negli ultimi 50 anni, viene ormai messo in discussione dalla necessità di diminuire la spesa pubblica.

Un tema su cui la politica deve tornare ad essere protagonista delle scelte che non possono essere demandate ai «tecnici». Criticata la recente manovra Monti perché iniqua e pesante sempre per le fasce più deboli. Mandarà ha chiesto, approfittando della presenza dell’onorevole Riccardo Nencini, di correggere in Parlamento le norme, introdotte con questa recente manovra, che appaiono odiose come quella che prevede il mancato adeguamento all’inflazione anche per le pensioni minime; le risorse per reintrodurre tale indicizzazione si possono trovare nell’innalzamento della tassazione dei capitali rientrati dall’estero con lo scudo fiscale che, francamente, continuano ad essere trattati più che bene anche da questo Governo.

E’ intervenuto ai lavori Enzo Romeo - segretario generale della Cisl di Ragusa - che ha esposto il punto di vista del mondo sindacale che ritiene come la ricetta migliore sia quello della rimodulazione della spesa che può essere realizzata solo con la concertazione e per questo ha fortemente criticato il mancato coinvolgimento dei sindacati da parte di Monti.

Ha concluso i lavori l’onorevole Nencini, già deputato nazionale ed europarlamentare - segretario nazionale del riunificato Partito Socialista Italiano - che ha condotto un’analisi di come si sia evoluta la società italiana negli ultimi anni e, in riferimento alla manovra finanziaria, ha annunciato emendamenti – concordati con il PD di Bersani – per renderla più equa, come una vera tassazione sui beni di lusso, la tassazione dei beni (e le attività commerciali) ecclesiastici e dei correttivi del provvedimento delle pensioni. Un momento di grande riflessione su un tema di attualità che coinvolge direttamente la vita di tutti i cittadini ed il funzionamento dei servizi resi dai Comuni.