Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1162
VITTORIA - 27/10/2011
Attualità - Gli effetti della Finanziaria 2011 si abbattono sugli enti locali?

Corte dei Conti potrebbe far saltare personale nei comuni

Rischiano di saltare i dipendenti degli enti locali le cui spese per il personale superano il 40 % della spesa complessiva
Foto CorrierediRagusa.it

La notizia non è ancora venuta alla luce, ma se è fondata produrrà effetti roboanti. Rischiano di saltare dall’organico amministrativo i dipendenti a tempo determinato degli enti locali le cui spese per il personale superano il 40 per cento della spesa complessiva dell’ente. Lo prevede la Finanziaria 2011, lo esige la Corte dei Conti.

Il Comune di Vittoria, insieme ad altri enti locali, sarebbe fra questi enti «non virtuosi» costretti a sforbiciare una decina di dipendenti a tempo determinato, gran parte dirigenti del calibro di Salvatore Troja, direttore generale (foto), di Cosimo Costa, comandante della Polizia municipale, dell’ingegnere Angelo Piccione. Scavando nella lista degli esuberi, l’ente di via Bixio arriverebbe a contare una decina di funzionari i cui contratti sono stati rinnovati nel 2011. Sarebbero fuori da questa «potatura» obbligatoria quelli regolarizzati nel 2010.

La notizia, come dicevamo, è ancora coperta dal massimo riserbo, perché pare che neanche il sindaco Giuseppe Nicosia sia stato messo al corrente dell’obbligo di legge che rivoluziona l’assetto della sua amministrazione. Fra i colpiti del rigore della Finanziaria e della Corte dei Conti, alti funzionari che attualmente occupano posti di altissima responsabilità e di organizzazione dell’apparato burocratico degli enti.

Ne sapremo sicuramente di più quando Revisori dei conti e Collegio sindacale del Comune saranno in grado di relazionare la Corte dei Conti sullo stato del presunto sforamento della spesa dell’ente nel 2011. Ci sarà da riempire un questionario che contiene domande specifiche: fra queste, quelle relativa alla spesa per il personale «atd», ovvero con contratti a termine.

Il provvedimento draconiano inserito nella finanziaria che l’organo di controllo in materia di entrate e spese pubbliche è tenuto a fare rispettare, non toccherebbe solo l’ente locale vittoriese, ma tanti altri comuni d’Italia, siciliani e ragusani che si trovano nella stessa condizione del comune ipparino.


VIOLAZIONE SISTEMATICA DELLA COSTITUZIONE
28/10/2011 | 18.03.11
ARISTARK

´Agli impieghi nella pubblica amministrazione si accede mediante CONCORSO, salvo i casi stabiliti dalla legge´ (Cost. art. 97, comma 3°).
L´eccezione è diventata regola, i politici fanno i loro comodo e i ´requisiti´ richiesti sono ridotti a due: la raccomandazione e il comparaggio.
Mandateli a casa e stroncate questo intollerabile arbitrio! Dove siamo, nel feudelisimo?