Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1284
VITTORIA - 09/09/2011
Attualità - Annunciato un giro di vite dal comando di Polizia municipale

Ambiente, Vittoria vuole la svolta: chi sporca paga e i rifiuti sono suoi

Il pugno duro del comandante Cosimo Costa: «Ho avuto carta bianca dal sindaco. Abbiamo già evidenziato 3 siti-discariche e sanzionato sette responsabili»
Foto CorrierediRagusa.it

È giunta l´ora del pugno di ferro. Lotta senza quartiere per contrastare il fenomeno delle discariche abusive (foto). Il sindaco Giuseppe Nicosia ha ordinato un´attività di controllo dell´intero territorio finalizzato a bloccare il malcostume dei vittoriesi. Le discariche abusive spuntano come funghi in diverse parti della città. Basta un po´ di spazio perché esso diventi ricettacolo di qualsiasi vergogna. Alcuni responsabili di questi scempi ambientali – per ora solo sette - sono stati già pesantemente sanzionati per violazione del codice dell´ambiente.

«In particolare – spiega il comandante della polizia municipale Cosimo Costa – sono stati individuati sulla strada comunale Marangio tre siti divenuti discariche di cartoni, bottiglie di vetro, imballaggi di plastica e di altri materiali di risulta. Analoga situazione è stata riscontrata in contrada Serra ed in altre zone, dove sono nate discariche di vaste dimensioni, alcune delle quali tutt´ora monitorate. I primi tre siti sono già stati bonificati, mentre quelli individuati successivamente, date le vaste dimensioni e la conformazione frastagliata dei luoghi, saranno bonificati anche manualmente nel corso dei prossimi giorni. Per alcuni dei siti deturpati la Polizia municipale sta cercando in queste ore di risalire ai legittimi proprietari. L´attività volta alla individuazione dei responsabili degli illeciti, ha già permesso di sanzionare sette aziende operanti tutte nella zona artigianale».

In sostanza è scattato un piano sinergico Amiu-Polizia municipale. Gli operatori ecologici si occupano della fase di bonifica, i vigili mirano alla repressione dei reati. «Manterremo alto – continua Cosimo Costa, che coglie l´occasione per salutare e ringraziare tutti coloro che lo hanno collaborato durante il periodo di commissariamento all´Amiu - il livello di guardia nei confronti di questo fenomeno che sembra in continuo aumento e che, pertanto, va perseguito e represso con tutti i mezzi che la legge ci consente. Le aziende individuate appartengono a diversi settori produttivi, dall´ortofrutta agli imballaggi ed alla vinificazione. Le indagini sono tuttora in corso e non è escluso che nelle prossime ora si possa addivenire al sequestro giudiziario di alcuni siti interessati da inquinamento ambientale. Proseguiremo, nell´ambito dei servizi programmati, con un monitoraggio ad ampio spettro in tutte le contrade del territorio comunale».

Sull´attività di prevenzione e repressione c´è il nulla osta dal sindaco. Anzi. «Ho sollecitato al Comando della polizia municipale – ha dichiarato Nicosia – un maggiore controllo del territorio dal punto di vista ambientale».


10/09/2011 | 12.07.59
Tlman

Chi dovrebbe far rispettare la legge?
Il Comune o L´Amiu, o le forze dell´ordine?
Invito questa testata e chi di dovere a visitare il parcheggio-discarica abusiva adiacente alla sede di via del tennis dell´Amiu.
è un invito gratuito!!