Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 737
VITTORIA - 07/09/2011
Attualità - La città è sporca? Il sindaco accelera i tempi e nomina il Cda Amiu

Amiu avanti tutta! Spalla presidente della municipalizzata

Il neo presidente: «Ho un progetto ambizioso che va oltre la differenziata, ma ne parliamo dopo la conferenza del sindaco. Cosa anticipo? Che cambiano i tempi di marcia!»
Foto CorrierediRagusa.it

La pacchia è finita! Pippo Spalla (foto) è il nuovo presidente dell’Amiu di Vittoria. Ufficiale, con tanto di decreto, il numero 83/2011. Una battuta a caldo sul destino dell’azienda? «No, prima aspettiamo la presentazione ufficiale che è competenza del sindaco- dice il neo presidente- dopo stileremo il progetto che serve a questa città per avviare la raccolta differenziata e non solo». Cosa c’è di altro? «Rispettiamo i tempi, per ora solo un motto, quello che ho pensato per l’esordio. A chi pensa che l’Amiu debba andare indietro tutta, io rispondo: Amiu, avanti tutta!»

Cambieranno i bioritimi di lavoro
Se i bioritmi di Peppe Spalla sono gli stessi che dimostrò d’avere quando venne scelto presidente da Francesco Aiello, per i suoi più stretti collaboratori saranno tempi duri. La giornata sarà sicuramente più lunga: sveglia all’alba, riposo a notte fonda. Dodici ore per girare in lungo e largo la città, allo stato sporchissima come mai lo era stata, e intervenie laddove è possibile intervenire con la fisicamente. Spalla vuole scommettere su stesso. Avrà tutti gli occhi puntati. Chi non s’adegua, potrà chiedere il trasferimento verso altri settori oppure protocollare le dimissioni.

La decisione del sindaco nonostante i tanti "no"
Alla fine Giuseppe Nicosia ha deciso. Non volevano il Cda e il nuovo presidente? Il sindaco nomina immediatamente Peppe Spalla presidente e consiglio di amministrazione nelle persone di Anna Del Guercio e Giovanni Siggia. Aiello chiede la testa dell’assessore Giuseppe Malignaggi per questioni di abusivismo edilizio, che fra l’altro non lo riguardano in prima persona? Il sindaco Nicosia è «costretto» a rafforzare la posizione di Malignaggi in giunta. Un suggerimento elementare: non dare mai consigli di questo tipo, si rischia di ottenere il contrario dell’obiettivo sperato! Eppure questo Aiello dovrebbe saperlo dopo gli ultimi 10 anni di sindacatura!

Durata un anno, rinnovabile fino all´avvio della differenziata
Il decreto di nomina di Spalla è molto chiaro: «La durata del Cda dell’Amiu è fissata in un anno, eventualmente rinnovabile con specifico atto solo qualora, alla scadenza, non sia stata effettivamente avviata la raccolta differenziata, o qualora permangano in capo alla stessa azienda servizi di cui all’art. 2 dello Statuto; viceversa, potrà essere anticipata in caso di liquidazione o cessazione dell’attività dell’azienda».

I compiti del nuovo Cda
Il Cda dovrà attenersi ad adottare ogni misura per razionalizzare e ridurre i costi d’azienda, individuare ed analizzare le passività storiche e predisporre piani di abbattimento e di ripianamento, perseguire anche in collaborazione con l’Ato Ambiente, la riduzione dei costi di smaltimento e conferimento in discarica; rendere più efficiente il servizio di igiene ambientale nei quartieri, ampliando lo spazzamento e la raccolta manuale e meccanizzata dei rifiuti, rendendo più effettivi e più efficaci i controlli sull’operato e sugli addetti; introdurre nuove e più efficaci forme di vigilanza e di verifica del servizio svolto, monitorando il rendimento delle squadre di intervento e dei singoli operai, stilando tabelle di valutazione meritocratica, in particolar modo per le assunzioni a tempo determinato, ridurre l’incidenza del costo per lavoro straordinario a favore di trattamenti premiali e di incentivazioni al personale in funzione del perseguimento di migliori risultati di igiene ambientale in città; applicare normative di trasparenza nelle graduatorie per l’assunzione di operai adibiti alla raccolta dei rifiuti, con stringenti controlli e conseguenti sanzioni sull’operato dei chiamati, premialità di punteggio in caso di miglior rendimento, incentivare forme di accesso ulteriori per chi non ha mai avuto possibilità di ingresso all’Amiu, ricorrere in modo trasparente e motivato a esperienze e professionalità acquisite e attuate per i servizi non strettamente attinenti alla raccolta dei rifiuti e che necessitano di maggiore professionalità e qualifica».

Il Pdl voterà l´atto in consiglio, e l´altra opposizione?
E a conferma di quanto abbiamo anticipato, il Pdl nel corso di una conferenza stampa tenuta da Giovanni Moscato, Francesco Trama e Andrea Nicosia, ha annunciato il «sì» al bando quando ci sarà da votarlo in aula consiliare. Con l’impegno- ha aggiunto il capogruppo Giovannni Moscato- che la premialità economica ricada sui cittadini quando la raccolta differenziata entrerà a regime».

Come voterà il Consiglio l’atto ambientale? Ai 18 voti certi si aggiungeranno anche quelli di Moscato e Andrea Nicosia, più quelli delle altre forze moderate come Fabrizio Comisi (indipendente). Restano da pronunciarsi, Salvatore Sanzone e Daniele Barrano di «Un un nuovo inizio»; Andrea La Rosa e Salvatore Artini di Forza del Sud e i consiglieri di Aiello, Giacomo Romano, Giuseppe Cannizzo, Giovanni Lombardo e Gaetano Carbonaro.


FORZA E CORAGGIO
07/09/2011 | 21.41.20
gruppodonnepdcomiso

Forza Peppe, fai vedere che quando c´è passione, le cose si sanno fare. dimostra a tutti, cosa vuol dire amare la propria città.....auguri e buon lavoro.