Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 906
VITTORIA - 25/08/2011
Attualità - La questione ambientale, priorità della giunta Nicosia, infiamma il fine estate

Amiu ha le ore contate? Cilia: "Bando per la differenziata ai privati"

L’esponente del Sel la ritiene condizione essenziale per continuare l’alleanza di governo. Lunedì tutti in commissione Affari generali da Giulio Branchetti. Il sindaco: "L’Amiu non si tocca fino a quando non parte la differenziata"
Foto CorrierediRagusa.it

Salvatore Garofalo, in qualità di vice sindaco e di assessore predispone il progetto e l’annuncia con fierezza alla città, Mariella Garofalo, capogruppo Sel in Consiglio comunale e Pippo Pollara coordinatore, esprimono con grande diplomazia «apprezzamento del fatto che la Giunta abbia già deliberato il progetto della raccolta differenziata, trasferendolo all’attenzione in Consiglio comunale per l’approvazione del piano finanziario di competenza»; Enzo Cilia (foto), battitore libero del partito che sta nella maggioranza, lancia la pietra col rischio di rompere la testa a qualcuno. Ma non nasconde la mano: «Se l’Amiu deve chiudere, come è stato detto, inutile che si proceda a rimpastare un nuovo consiglio di amministrazione. Spalla? Faccia il direttore per traghettare l’azienda verso la gestione privata. Si scelga piuttosto un liquidatore e si sciolga definitivamente questa azienda che è molto datata, che ha fatto il suo tempo e che non ha più ragione di esistere».

Chi comincia a fare i calcoli sul numero dei componenti del Cda, se Giuseppe Spalla dev’essere il presidente o il direttore al posto di La Terra, di colpo gli verrà il broncio a leggere le dichiarazioni di Cilia. Silenzioso, sornione, taciturno, se non è stuzzicato, l’ex sindaco all’occorrenza scarica le sue bordate. E fanno male. Ma non aveva detto Salvatore Garofalo che l’Amiu in una prima fase doveva rimanere in vita per i cosiddetti servizi speciali come espurgo pozzi neri, pulizia delle spiagge e trasporto acqua potabile? «Non sono d’accordo- replica Cilia- questi lavori «cosiddetti speciali», come li ha definiti, possono essere svolti da settori altrettanto speciali dell’ufficio tecnico. In tempi di tagli si deve risparmiare non pensare a ricomporre consigli di amministrazione. Qualcuno dice che si stia continuando ad assumere novantisti fuori graduatoria>. Per completezza, va detto che pulire Vittoria costa ai vittoriesi la bellezza di 9 milioni e 200 mila euro annui tra raccolta e differimento in discarica.
Parole come fulmini e saette estive che il consigliere comunale ha ribadito nel corso della riunione straordinaria della maggioranza avente all’oggetto la questione dei rifiuti, il futuro dell’Amiu e la differenziata. «Non ho riserve né peli sulla lingua- conclude Cilia- nel ribadire che per noi la questione dei rifiuti è di vitale importanza per l’alleanza amministrativa. Se entro dicembre non parte il progetto come è stato annunciato, tutti i presupposti dell’alleanza vengono meno».

Un ultimatum? Giulio Branchetti, in qualità di presidente della Commissione consiliare permanente Affari generali, non se lo fa dire una volta. Prima dell’esternazione estiva di Cilia, ha convocato per lunedì prossimo, alle ore 11 in prima convocazione e a mezzogiorno in seconda, la commissione per discutere tre argomenti, che non sono stati scelti certo per sorteggio: approvazione del Regolamento Gestione Rifiuti Urbani, proposto dalla giunta il 12/04/2011; approvazione, in linea amministrativa, del progetto per il servizio di raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani, rifiuti urbani assimilati e dell’igiene del suolo. Forniture e distribuzione attrezzature, contenitori, materiale d’uso da impegnarsi per la raccolta dei rifiuti e servizi accessori, costituzione della Società consortile per azioni denominata So.Ge.R. A.t.o. n. 7 (Società Gestione Rifiuti). Approvazione Statuto e Atto costitutivo. Autorizzazione al legale rappre-sentante dell’Ente alla sottoscrizione.

La risposta del sindaco Nicosia: "Sono d´accordo con Cilia, ma l´Amiu fino a quando non parte la differenziata deve lavorare di più"

«Sulla differenziata – dichiara Nicosia - mi trovo perfettamente in sintonia con Cilia: dipendesse da me, la farei partire non a dicembre, ma ad ottobre. Ma i tempi sono dettati dalla gara d’appalto, e dal canto mio farò di tutto, assieme alla giunta municipale, perché venga approvato quanto prima possibile il bando. Sono io il primo a volere che la raccolta differenziata venga avviata subito: è un fatto culturale, di crescita della città, di pulizia, oltre che una grande conquista per Vittoria. Quanto alla messa in liquidazione dell’Amiu, invece, fintantoché ci sarà un solo sacchetto di spazzatura da ritirare e non ci sarà l’avvio della differenziata, nessuna liquidazione è pensabile. Anzi, chiedo all’Amiu un maggior lavoro. Delle sorti dell’azienda si discuterà a tempo debito con le forze politiche e con i sindacati, e sono certo che il Sel darà un grande contributo al dibattito».