Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 582
VITTORIA - 27/07/2011
Attualità - La "strage" della macchinetta installata sulla Vittoria - Scoglitti

Autovelox "spietato": 439 multe in un mese

Gli automobilisti hanno lasciato sulla Vittoria-Scoglitti non meno di 68 mila euro Foto Corrierediragusa.it

Nella trappola dell’autovelox (foto). Il bilancio del primo mese è devastante. Dal 25 giugno al 25 luglio, il flash dell’autovelox installato sulla Vittoria – mare ha fotografato 439 automobilisti per eccesso di velocità. Ma se installassero per multare anche chi va sotto i 60 km le multe sarebbero più del migliao. Meglio la multa di 200 euro e il ritiro della patente piuttosto che provocare un incidente autonomo o rischiare di ammazzare qualche sventurato. Perché su quella dannata strada che porta al mare, di giovani vite spezzate si contano cifre a due zeri.

La pacchia sulla ex provinciale sp 17 Vittoria-Scoglitti è finita. Da quando sono in funzione gli autovelox si cammina in fila indiana, e spesse volte al di sotto del limite consentito. Sessanta km orari? Qualcuno si mette al sicuro e va pure a 40. Con giusta imprecazione e maledizione di chi sta dietro! Andrebbero multati anche queste «lumache» per intralcio alla circolazione! Ma gli amanti del brivido sono una razza inestinguibile: a bordo di grosse cilindrate oppure centauro, nella rete ci finiscono sempre. Per la felicità dell’ufficio tesoreria del Comune. «Non li abbiamo installati per fare cassa- precisa Giuseppe Nicosia- ma per educare la gente, far capire che una multa val bene una vita. Ho chiesto al comandante Cosimo Costa tolleranza zero, e così sarà».

Nell’estate 2010 il bilancio è stato positivo: meno incidenti, meno feriti, nessun morto d’asfalto. Ma tante polemiche fra maggioranza e minoranza, fra chi non voleva i birilli e chi pretendeva il cordolo di cemento armato in mezzo alla carreggiata. I politici, si sa, per una foto sul giornale amano polemizzare anche sul sesso degli angeli, figuriamoci per una cosa del genere. La doppia carreggiata e i birilli che non ci puntualmente abbattuti hanno avuto la loro spesa, ma chi se ne frega se il risultato è zero morti. C’è un progetto ex novo sulla Vittoria-mare, forse in pochi sopravviveremo alla sua realizzazione, e non avremo la gioia di conoscere il sindaco che lo realizzerà, per cui accontentiamoci degli autovelox, delle multe salate e dei ritiri di patenti per educare la gente.

E ora le cifre del primo bilancio. Otto le sanzioni elevate per la mancanza della cintura di sicurezza; 37 quelle per il superamento della doppia linea continua; 3 per la mancata revisione del veicolo; 1 per la mancata assicurazione del veicolo. I rilevamenti della velocità effettuata con strumentazione fissa e con quella mobile hanno portato ad elevare 439 contravvenzioni per il superamento del limite di velocità consentito (che è di 60 Km/h, valido sull’intero tratto da Vittoria a Scoglitti e viceversa). Per molti automobilisti è stato avviato l’iter per la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, con il provvedimento dell’inibizione alla guida del veicolo, nella fascia oraria che va dalle ore 22 alle 7 del mattino, per i tre mesi successivi alla restituzione della patente.

«I controlli della Polizia municipale –dice il comanante Cosimo Costa- sono tesi in primo luogo a proteggere i cittadini da potenziali fattori di rischio che, come nel caso dell´alta velocità, possono causare incidenti. La nostra è un’attività essenzialmente di prevenzione e di educazione stradale. Sanzionare per eccesso di velocità, con multe da 155 a 2000 euro e con la sospensione della patente fino a 12 mesi, è necessario e imprescindibile, in quanto consente di garantire la sicurezza stradale e l´incolumità dei nostri concittadini. Nel contempo, vale la pena ricordare che l’ex Sp 17 è un´arteria ad alta densità di traffico e pertanto non vi è l’obbligo, da parte delle forze di polizia, di procedere alla contestazione immediata. Le statistiche negative sono diminuite da quando è stata introdotta la doppia linea e sono aumentati i controlli. E di questo va dato merito al sindaco Nicosia che ha voluto la tolleranza zero per rendere più sicure le vacanze dei vittoriesi».


04/08/2011 | 18.10.36
CIVICO

Salve a tutti,
Proprio oggi mi è stata notificata una multa di 170 € per aver superato il limite di velocità sulla Vottoria-Scoglitti all’altezza del km 1,600 in cui il limite è posto a 60 km/h mentre io la percorrevo in data 28/06/2011 alla velocità di 81 km/h.
La stessa multa è anche pervenuta ad un amico il quale percorreva la stessa strada in data 25/06/2011 alla velocità di 86 km/h.
Non essendo del posto, abito infatti in provincia di Enna, non ho nessuna possibilità di verificare le condizioni del tratto di strada suddetto, inoltre, se, sia io che questo amico mio, abbiamo preso la stessa multa trovandoci in maniera del tutto fortuita a percorrere la stessa strada, non voglio immaginare quante multe sono pervenute a quanti usufruiscono abitualmente di questo tratto di strada.
Siccome è già capitato nella mia provincia che per fare cassa qualche comune ha pensato bene di predisporre il controllo della velocità in tratti dove il limite di velocità è irragionevolmente troppo basso, evidenziando la volontà vessatrice degli stessi comuni, mi chiedo se sono incappato in una situazione simile.

Generalmente non utilizzo la rete viaria per corse automobilistiche o cose del genere, e non mi capita spesso di ricevere multe per eccesso di velocità, pertanto vi sarei grato se qualcuno mi potesse indicare le condizione del tratto stradale suddetto.

Qualora effettivamente il limite dei 60 km/h fosse congruente con la condizione viaria, non avrei problemi a riconoscere l’errore e pagare per la violazione commessa, ma se, dietro il posizionamento di un autovelox in un tratto dove il limite e settato in maniera casuale è insensata, si celasse la volontà di vessare gli automobilisti che per lavoro sono costretti a percorre km e km sotto il sole con le proprie auto, allora non potrei che indagare e cercare di contestare la sanzione.


Da una rapita ricerca su google, mi pare che nel solo mese di luglio sono state effettuate circa 500 multe per eccesso di velocità dall’autovelox in questione. Praticamente pare che tutti quelli che passano da li e non si accorgano dell’autovelox prendano la multa, quindi o sono tutti pazzi scatenati al volante o il limite è effettivamente troppo basso.

Grazie saluti


requisiti per il rilevamento
29/07/2011 | 10.13.38
tullu

L´articolo 2 del Codice della Strada, alla lettera D, stabilisce i requisiti per determinare le "strade urbane di scorrimento": strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o fasce laterali esterne alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate. Queste le caratteristiche che deve possedere una strada per permettere al Comune di posizionare un autovelox fisso e considerare valido il rilevamento dell´infrazione e, successivamente, la sanzione amministrativa. In virtù di ciò tutte le multe rilevate tramite postazioni fisse in strade che non presentano tali caratteristiche sono da considerare annullabili.
Non so se la strada in questione presenta le sopradette caratteristiche....