Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1230
VITTORIA - 10/06/2011
Attualità - Grazie alla transazione curata da Livio Mandarà

Accordo per 1 milione a rate e senza interessi fra Comune e Sicilia Acque

Si tratta di un contenzioso relativo agli anni 2004-2005. Il Comune avrebbe dovuto pagare 3 milioni di euro più interessi
Foto CorrierediRagusa.it

Anziché 3 milioni, il Comune di Vittoria pagherà un milione grazie alla transazione che chiude anni di contenzioso con La Sicilia Acque.Per Livio Mandarà (foto), ex assessore di Nicosia per conto dell´Mpa, oggi esponente di Progetto Vittoria, il risparmio di 2 milioni è un risultato eccezionale che chiude anni di contenzioso fra il Comune di Vittoria e Sicilia Acqua ed Eurotel. La vicenda risale agli anni 2004-2005. «Sicilia Acque- dice Livio Mandarà, che ha curato la transazione- lamentava dal 2004 il mancato versamento da parte del Comune di Vittoria di oltre 3.000.000 di euro per la fornitura d’acqua, problema che l’amministrazione dell’epoca aveva tralasciato determinando l’inevitabile irritazione della ditta creditrice. Il Comune ha chiuso di recente una transazione che prevede il pagamento di soli 1.100.000 euro in rate semestrali e senza interessi per la risoluzione bonaria della questione».

La vicenda merita attenzione a pochi giorni dal referendum che riguarda, oltre al nucleare e al legittimo impedimento, anche l’acqua pubblica. «La disponibilità a risolvere la questione da parte di questa amministrazione comunale- rivendica con orgoglio Mandarà- ha rasserenato gli animi ed i vertici di Sicilia Acque hanno dimostrato il loro compiacimento accordando al Comune di continuare la fornitura di 60 litri a minuto di acqua al costo di appena 9 centesimi; un prezzo veramente vantaggioso se si considera che la stessa società rifornisce di acqua il Comune di Gela al costo di 66 centesimi!».