Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1366
VITTORIA - 20/04/2011
Attualità - Vittoria: tutto pronto per la Sacra Rappresentazione del Venerdì santo

Il dramma di Cristo a Vittoria per la regia di Massimo Leggio

Il regista prende il posto che fu di Gianni Battaglia per un ventennio. Prologo ed epilogo tratto dai Vangeli e curati dal poeta Emanuele Giudice
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo vent’anni si cambia. La regia del dramma sacro è affidata all’attore ragusano Massimo Leggio dopo la lunga esperienza di Gianni Battaglia. Il regista ragusano, che ha caratterizzato con la sua direzione la sacra rappresentazione del Venerdì Santo per tanti anni facendo compiere al Dramma Sacro un notevole salto di qualità sul piano della recitazione dopo l’uscita di scena di Elio La Fiura, ha deciso di passare il testimone.

Massimo Leggio entra in punta di piedi, vuol proseguire il lavoro fatto da Battaglia caratterizzandolo con una recitazione meno retorica e più sensibile ai temi della passione di Cristo. Il testo del Ricca non si presta a molte interpolazioni così Leggio ha deciso un prologo ed un epilogo tratto dai Vangeli ma affidandosi alla penna di Emanuele Giudice. Rispetto all’edizione dello scorso anno un’altra novità, oltre a Leggio è rappresentata dalla fondazione del Laboratorio Sperimentale Teatrale del Dramma Sacro, diretto dallo stesso Leggio, che ha visto, per mesi, coinvolti numerosi attori vittoriesi, nonché la produzione di un documentario sul Venerdì Santo.

Don Vittorio Pirillo, parroco della Basilica di San Giovanni Battista rimarca la funzione culturale del Dramma Sacro ch’è «un fatto religioso diventato nel tempo un fatto teatrale». Un fatto culturale che deve essere inteso anche come momento di fede. Il Dramma Sacro fa parte della tradizione dei vittoriesi da decenni e da qualche anno un altro anello è stato inserito ed è la rappresentazione della Resurrectio la domenica di Pasqua sul sagrato della Basilica di San Giovanni Battista.

Nella foto in alto, da sinistra Andrea Di Falco, Daniela Citino, GianniBattaglia, Luciano D´Amico, don Vittorio Pirillo e Massimo Leggio