Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1210
VITTORIA - 30/12/2007
Attualità - Vittoria - Dopo le estenuanti code registrate nell’ufficio Serit

Condono differito di un mese:
così Monello limita i disagi

Il provvedimento dà una boccata d’ossigento alle migliaia
di contribuenti vittoriesi
Foto Corrierediragusa.it

Rinviato di un mese il termine per pagare la prima rata del condono sui tributi del Comune. Lo ha comunicato l’assessore Paolo Monello (nella foto).

"Considerato- dice Monello- che la scadenza del 31 dicembre è coincisa con una serie di molteplici adempimenti fiscali a carico dei contribuenti e, soprattutto, con la scadenza del condono statale inerente alle imposte non pagate per il sisma del ’90, preso atto della grande folla di cittadini che in questi giorni sta gremendo gli uffici dell’esattoria e della impossibilità della Serit spa di tenere aperti gli uffici in questi giorni di festa, al fine di evitare che molti cittadini, pur avendo la buona volontà di mettersi in regola, ne siano impediti, proporrò, nella giunta del 31 dicembre prossimo, una proroga tecnica della scadenza fino al 31 gennaio".

Il provvedimento dà una boccata d’ossigento alle migliaia di contribuenti vittoriesi che hanno manifestato la volontà di mettersi in regola con le tasse comunali. "Si tratta, in realtà ? continua l’assessore Monello- di un differimento di termini giustificato dagli enormi problemi che si sono registrati presso lo sportello della Serit, che ha gestito entrambi i condoni, statale e locale, e che ha generato disservizi, malumori e anche problemi di ordine pubblico, in considerazione della enorme calca prodotta e dell’impossibilità, da parte della società, di ricevere tutti i contribuenti in fila.

Molti di questi ultimi, per molti giorni, hanno dovuto rinunciare ai versamenti da effettuare. Tale propostavene avanzata anche in accoglimento della richiesta di alcune associazioni di categoria. Mi auguro, però, che questa dilazione venga utilizzata saggiamente dai cittadini, invitati a non accalcarsi negli uffici proprio negli ultimi giorni".

L’assessore al Bilancio Livio Mandarà interviene sui disservizi della Serit spa. "Per agevolare il lavoro degli uffici e, soprattutto, l’utenza che in questi giorni sta affollando i locali di via Cialdini,m sarebbe auspicabile un temporaneo potenziamento delle risorse umane, magari distaccando impiegati dagli uffici di altri Comuni, dove non esiste un simile affollamento".