Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 739
VITTORIA - 07/01/2011
Attualità - Vittoria: la Tim non ha mantenuto le promesse fatte due anni fa all’assessore

La provinciale Vittoria–Scoglitti abbandonata dalla Tim

I rapporti epistolari fra l’assessore provinciale Salvatore Minardi e i dirigenti della compagnia telefonica rimangono «lettera morta». Da contrada Anguilla a Cicchitto, 6 chilometri senza segnale
Foto CorrierediRagusa.it

Senza copertura di rete la Tim ci allunga la vita. Non sono bastati, infatti, due anni dalla prima segnalazione fatta dall’assessore provinciale alla Viabilità Salvatore Minardi per risolvere il problema esistente sulla Vittoria –Scoglitti (nella foto), un tratto di circa 6 chilometri su un totale di 12. Non stiamo parlando della sperduta trazzera di campagna, lontano dai centri abitati, ma di un’arteria percorsa da centinaia di migliaia di vetture durante il periodo estivo e di contrade abitate da migliaia di vittoriesi o tutto l’anno oppure solo nei mesi estivi. E vien da dire vergogna, per il fatto che chi ha residenza in quel «buco nero» non può utilizzare la scheda Tim o navigare in internet con la chiavetta come avviene in altre parti d’Italia che hanno la stessa densità abitativa.

L’assenza di segnale su quel tratto di strada esiste dal primo telefono cellulare: inizi anni ‘90. Le utenze degli altri gestori in qualche modo prendono, la Tim no, ti dà «assenza segnale» se devi chiamare o «potrebbe avere il telefono spento» se sei chiamato. Provinciale o comunale che sia la strada), il 26 novembre del 2008 l’assessore Salvatore Minardi ha preso carta e penna e ha scritto una garbata lettera alla Telecom. Oggetto: richiesta potenziamento copertura rete mobile. «Desidero segnalarLe (l’assessore è vittoriese ma di quelli che conosce il bon ton quando reclama un diritto nei confronti di enti e istituzioni vari) che lungo la Sp 17 Vittoria-Scoglitti non vi è adeguata copertura di segnale, che risulta completamente assente o quantomeno discontinuo. Tale mancanza crea un disservizio per i cittadini che transitano in quel tratto di strada che nel periodo estivo raggiungono il numero di oltre 30 mila. Chiedo, pertanto, che tale richiesta venga valutata con la dovuta attenzione».

Il 3 marzo del 2009, 3 mesi dopo, la Telecom risponde. «Vi confermiamo che a valle del sopralluogo eseguito da nostri tecnici, è stata accertata la criticità di copertura. Il servizio offerto non è purtroppo migliorabile tramite l’ottimizzazione dell’attuale assetto di rete, sarà necessario l’installazione di un nuovo impianto dedicato; la relativa esigenza sarà inclusa nel piano lavori 2009. Non siamo in grado ad oggi di fornire i tempi di attivazione. Sarà nostra cura ricontattarvi al momento che sarà individuata l’area oggetto dell’intervento». Sarebbe stato meglio rispondere che su quel tratto di strada la Tim non ha progetti d’investimento per potenziare un servizio riscontrato carente.

Dopo due anni di ricerche l’area non è stata ancora individuata, tanto che l’assessore alla Viabilità, riscrive alla Telecom: «Ad oggi nessun miglioramento di rete si può accertare sull’indicato tratto di strada…» Forse col troppo bon ton, purtroppo, si finisce facilmente gabbati.