Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 882
VITTORIA - 13/12/2010
Attualità - Ragusa: incuria umana e rischio incolumità sulle strade provinciali

Ragusa- Chiaramonte: chiudere al traffico in caso di nebbia

L’odissea degli automobilisti costretti a viaggiare con la strada senza segnaletica ben visibile

Chiaramonte - Ragusa, strada senza bussola. In caso di fitta nebbia e senza strisce bianche centrali e laterali si guida a intuito e a 30 chilometri orari. Seguendo l’istinto e sperando che non ti trovi al centro della carreggiata o nell’altra corsia. Per chi soffre di forte miopia è meglio non avventurarsi. Per fortuna è tutta rettilineo e non c’è pericolo di andare a sbattere sul muro della prima curva.

Se si elimina la pensione per sbaglio a un cittadino ancora in vita o se viene recapitata una cartella esattoriale di 100 euro 10 anni dopo l’esercizio di competenza, il caso finisce sui giornali con titoli a nove colonne, anche se nessuno muore o va a finire in ospedale. Ma se in pieno inverno una strada provinciale o statale non viene attenzionata dall’Anas o dal personale di competenza, non gliene frega niente a nessuno. Solo in caso di gravi incidenti ci si accorge della negligenza umana.

Agli amministratori saggi e di buona volontà e agli uffici che hanno la competenza: la provinciale Chiaramonte- Ragusa, il lungo rettilineo di circa 10 chilometri di notte e di giorno in caso di nebbia è impercorribile, perché non si vede niente, senza le strisce bianche ben marcate si rischiano gravi incidenti. Prima che succedano intervenite, perché l’inverno è lungo è il pericolo è costante. Grazie per l’attenzione che vorrete prestarci.