Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 918
VITTORIA - 20/12/2007
Attualità - Vittoria - Tavola rotonda con istituzioni e sindacati

Anziani da proteggere:
distribuito volantino
con un prezioso decalogo

Don Mario Cascone ha parlato del valore sociale dell’anziano Foto Corrierediragusa.it

S’è svolta a Vittoria una tavola rotonda dal tema: «Il valore dell’anziano in famiglia e nella società: come lo tuteliamo». Qual è oggi il valore dell’anziano? Un peso o una risorsa? Su queste tematiche si sono interrogati Giovanni D’Avola, segretario della Cisl di Vittoria, Lillo Gentiluomo (segretario provinciale dei pensionati), don Mario Cascone (parroco del Sacro Cuore), Giuseppe Ruta (capolega pensionati di Vittoria), il vice questore aggiunto Alfonso Capraro (dirigente del commissariato di Vittoria), l’assessore comunale Giovanni Macca e quello provinciale Raffaele Monte, Mimma Calabrò, componente della segreteria regionale, a cui sono state affidate le conclusioni.

In platea molti anziani, molti di sesso femminile. Hanno ascoltato i consigli da osservare in presenza di situazioni drammatiche. Scippi, rapine, furti in abitazioni e raggiri con destrezza. Il commissario Alfonso Capraro ha suggerito i comportamenti che gli anziani devono tenere quando essi si trovano da soli nelle banche e negli uffici postali.

Cisl, Polizia di Stato e Comune di Vittoria hanno preparato un volantino che illustra il decalogo preventivo. Dieci regole con una buona raccomandazione: "Mai aprire a degli sconosciuti, ricordando che nessun funzionario Inps o Inail o delle Poste si reca a casa di anziani per fare aumentargli la pensione. Quelli la pensione la vogliono rubare".

Don Mario Cascone ha parlato del valore sociale dell’anziano, "protagonista attivo della società, custode delle nostre radici. Escludere gli anziani equivale al rifiuto delle nostre radici con il rischio di perdere di vista il futuro". Gli assessori Macca e Monte hanno sottolineato l’impegno di comune e provincia riguardo alle iniziative a sfondo sociale che sono previste nei bilanci comunale e provinciale. "A Vittoria- ha ricordato Macca- si sta realizzado il sistema di videosorveglianza vicino a banche e poste per tutelare soprattutto gli anziani".

"Anche a Palermo- ha detto la sindacalista- succede la stessa cosa. I soldi ci sono ma non vengono spesi. Molti comuni sono stati commissariati perché pur essendoci i soldi in bilancio non fanno progetti mirati al miglioramento delle condizioni degli anziani".

Giuseppe Ruta e Lillo Gentiluomo, una vita dedicata al sindacato e agli anziani, hanno parlato dell’impegno del sindacato a favore degli anziani.