Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 401
VITTORIA - 20/09/2007
Attualità - A causa dei doppi turni e dei lavori di pulizia

Disagi alla "Vittoria Colonna"
Protestano studenti e genitori

Insorgono anche i consiglieri contro il sindaco Nicosia
e l’assessore Monello: "promesse cadute nel vuoto"
Foto Corrierediragusa.it

Il perdurare dei doppi turni alla Vittoria Colonna e il prolungarsi dei lavori di pulizia hanno scatenato la reazione di alcuni soggetti politici e dei fruitori della scuola: alunni e genitori. Erano state date assicurazioni pubbliche che non ci sarebbero stati problemi per l’inizio dell’anno, sia per la pulizia dei locali, sia per i doppi turni. Assicurazioni cadute nel vuoto. Salvatore Minardi e Giovanni Moscato, consiglieri provinciale e comunale di An cavalcano l’onda della protesta e puntano l’indice contro «soggetti politici e istituzioni che in questi giorni fanno finta di niente in merito ai disservizi che colpiscono centinaia di famiglie, alla sicurezza e alle condizioni igienico sanitarie della Vittoria Colonna. Le assicurazioni estive si sono rivelate bugie».

Ce l’hanno con il sindaco Nicosia e con l’assessore Paolo Monello. Sebbene si tenti di sdrammatizzare e di accentuare i problemi, i disservizi alla «Colonna» ci sono stati e ci saranno ancora. Sott’accusa, ancora una volta, la macchina burocratica, che ha agito in ritardo. Un palleggiamento di responsabilità fra la vecchia e la nuova gestione dell’assessorato alla Pubblica
istruzione. Ma come stanno veramente i fatti? Emma Barrera, dirigente matricola della Vittoria Colonna, l’anno scorso insegnante di Lettere, non poteva augurarsi di meglio al suo primo impatto con il nuovo ruolo direzionale. «I lavori di pulizia sono già finiti- gli dice Paolo Monello- l’organizzazione dei doppi turni, purtroppo, è compito della direttrice Barrera».

La dirigente si guarda bene dall’entrare in polemica con il neo assessore, ma precisa che «i lavori di scialbatura e di pulizia della scuola sono cominciati in netto ritardo, solo 8 giorni prima dall’apertura della scuola. E’ normale questo, dopo avere avuto un’estate a disposizione»? Paolo Monello si prende le responsabilità: «Le responsabilità non sono mie e tuttavia me le assumo ugualmente: chiedo scusa alle famiglie che stanno soffrendo questo disagio. Abbiamo dovuto reperire i soldi per le pulizie e c’è stato qualche problema. Ormai è questione di poche ore, le pulizia sono finite». Ma rimangono i doppi turni, almeno fino a dicembre, e i disservizi sono destinati a continuare, non solo per i discenti ma anche per i docenti.

Perché i conti non sono tornati se era stato assicurato che la scuola elementare avrebbe dato la disponibilità di 7 aule? Monello e la dirigente Barrera su questo argomento sono in sintonia. «Perché le aule che la dirigente Vittoria Lombardo ci ha dato sono state 4 anziché 7- dice l’assessore- e ciò ha complicato le cose». Si racconta di un vero e proprio braccio di ferro fra il sindaco e Monello da una parte e la direttrice Lombardo dall’altra, fino a un mese fa assessore della giunta Nicosia. Braccio di ferro che sarebbe finito in pareggio fra le parti: 4 aule anziché 7. La peggio è toccata a due classi della Colonna, costrette ai doppi turni.

Alla dirigente Barrera il compito di eliminarli. «Impossibile- chiosa la dirigente al termine di un vivace incontro con i genitori- Se consideriamo che anche gli uffici di segreteria e di presidenza hanno bisogno di stanze per lavorare, ci mancano ancora 7 aule, perché quelle che abbiamo ricevuto dalla Elementare sono 3 normali e una che definirei stanzino. Come ho risolto il problema? Con un lavoro d’alta ingegneria: 3 settimane di doppi turni e rotazione di tutte le classi fino al 31 dicembre, salvo prolungamento, che io metto sempre in conto quando ci sono lavori pubblici in corso».