Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 479
VITTORIA - 15/12/2007
Attualità - Vittoria - Il nuovo manto stradale sarebbe un altro gradito regalo

Anno nuovo, contatori
dell´acqua nuovi
per i vittoriesi?

Salvatore Artini chiederà una conferenza di servizio Foto Corrierediragusa.it

Il più bel regalo nel 2008 per i vittoriesi sarebbe l’asfalto nelle strade e il cambio dei contatori per la lettura dell’acqua: a consumo e non più a utenza. Salvatore Artini (nella foto), consigliere comunale e delegato ai Cottimi e manutenzione, misura giornalmente sul campo le tante difficoltà.

"Chiederò una conferenza di servizio ?dice -per disciplinare il comportamento di alcune ditte di Vittoria che, pur avendo vinto la gara d’appalto, non vogliono iniziare i lavori se prima non incassano i crediti passati".

Con la conferenza di servizio vuole impedire che alcune ditte vincitrici di una gara boicottino l’inizio dei lavori se prima non vengono saldati i crediti pregressi. "Se hanno vinto la gara devono iniziare i lavori- dice Artini- altrimenti si astenevano dalla partecipazione".

E preannuncia importanti novità e svolte storiche sul campo della distribuzione dell’acqua. Una città ancora con i segni violenti del dissesto urbanistico. Basta vedere le strade, le cui buche, dopo i giorni di pioggia recenti, sono diventate voragini. "Stiamo aspettando il mutuo contratto con la Cassa depositi e prestiti- assicura Salvatore Artini- più di un milione di euro per sistemare la pavimentazione delle strade. Ma più che questo mi preme sottolineare la rivoluzione dei contatori dell’acqua".

Quella della lettura dei contatori dell’acqua è un problema vecchio tanto quanto sono gli anni della città. Una famiglia numerosa, con un nucleo di 4-5-6 persone paga il canone dell’acqua esattamente come un single. Una sperequazione che ha creato molti malumori.

I tempi per correggere questo vizio sono forse maturi. Insieme all’assessore e ai tecnici del Comune- riferisce Artini- sono impegnato a realizzare questo progetto esecutivo che ci consentirà, fra non molto tempo, un nuovo metodo di lettura dei contatori. Non più a utenza ma a consumo.

Sarà sostituito il contatore nelle case della gente e il comune sarà in grado di leggere il consumo grazie a un palmare sofisticato che legge i litri utilizzati senza entrare nelle case. Un contatore particolare che si blocca quando l’acqua non viene erogata e quando emette soltanto aria. Un contatore che permette di verificare anche le zone dove manca l’acqua".

Il 2008, stando a quanto bolle in pentola, dovrebbe essere l’anno dell’inizio di molti lavori fondamentali. "E realizzeremo anche il progetto dell’osmosi inversa che a suo tempo aveva completato il direttore Fabio Ferreri- ammette Artini- che ci consentirà di rendere potabile l’acqua laddove finora non lo è stata".

A proposito di osmosi inversa, nei giorni scorsi il sindaco Giuseppe Nicosia aveva reso noto il finanziamento per la realizzazione dell’impianto di osmosi "a costo zero per l’amministrazione comunale. Abbiamo preteso la rimodulazione del piano di interventi dell’Ato idrico e abbiamo ottenuto il finanziamento integrale dell’impianto di osmosi inversa. Per realizzarlo sarà erogato un finanziamento di 320 mila euro: l’opera consentirà di potabilizzare l’acqua proveniente da alcuni pozzi, che daranno una grossa mano d’aiuto alla soluzione dei problemi idrici in città.

Ancora una volta, dunque, aveva ragione l’amministrazione comunale quando, in consiglio comunale, ha ribattuto alle critiche di alcuni consiglieri che volevano l’accensione di un mutuo per realizzare l’impianto, e che avrebbero preferito sacrificare qualcuno dei mutui già presentati".