Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 590
VITTORIA - 17/10/2010
Attualità - Vittoria: idillio finito fra azienda fieristica e Provincia di Ragusa?

Pochi contributi dalla Provincia, Emaia cerca partners

Fabio Nicosia incita il presidente e il direttore Emaia. Di Falco e Fraschilla, a formare il Polo fieristico con la Provincia nissena
Foto CorrierediRagusa.it

Fra Emaia e Provincia di Ragusa (nella foto Antoci, di Falco e Nicosia durante l´inaugurazione di novembre 2009) l’idillio è finito. Al punto che Fabio Nicosia chiede al presidente Salvatore Di Falco e al diettore Angelo Fraschilla di trovare nuovi partners e in grado di dare maggiori contributi dei 13 mila euro che dà la Provincia di Ragusa.

I nuovi partners sarebbero il comune di Gela e la Provincia di Caltanissetta. Il Polo fieristico e la grande sinergia con Provincia e Camera di Commercio sbandierati l’anno scorso sono in crisi.

«Un Polo Fieristico provinciale – scrive Fabio Nicosia- è un’opportunità importante che andrebbe colta al volo; purtroppo però alle «belle parole» non seguono impegni concreti, a meno che non si voglia considerare concreto il contributo annuale di circa 13 mila euro che l’ente Provincia delibera».

E l’Emaia, per tutta risposta, si rivolge altrove. «All’intera area mediterranea – dice Nicosia- tanto che riformulerei meglio la proposta come «Polo Fieristico del Mediterraneo- Fiera Emaia, Vittoria», ma la Provincia di Ragusa deve decidere, una volta per tutte, se cogliere l’opportunità di aderire a questo grande progetto che mira a fare sistema con altre province (Enna, Caltanissetta, Agrigento, Siracusa)».

La decisione di Nicosia, dopo che nel 2007 gli è stata bocciata una mozione su questo argomento per un solo voto e dopo che s’è visto bocciare un emendamento che destinava all’Emaia un contributo di 60 mila euro.

Solo promesse, dunque, e nessuna concretezza. Dopo 5 mesi non si registra nessuna novità positiva. Fra qualche settimana riaprirà l’Emaia di novembre, la più gettonata di tutte le stagioni. Fabio Nicosia ha scelto il momento ideale per aprire un contenzioso politico con la Provincia e con gli amministratori del centrodestra, in particolare con l’assessore Enzo Cavallo.

«E’ evidente che la 5 Commissione- conclude Nicosia- non ha intenzione di procedere, né la Giunta Provinciale (da un anno bloccata da una verifica politica interminabile) pare dare segnali di grande interesse; per questi motivi, anche se sarebbe mortificante che si stipulassero prima i protocolli d’intesa con altre province, invito il Consiglio di Amministrazione della Fiera Emaia e il direttore Angelo Fraschila a verificare da subito le disponibilità a nuove sinergie e sistemi con il Comune di Gela e la Provincia di Caltanissetta».