Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1190
VITTORIA - 14/09/2010
Attualità - Vittoria: evitata una spesa milionaria per le casse dell’ente

Progetto di finanza del cimitero bocciato dal Cga

Soddisfazione è stata espressa dal Partito Democratico

Il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo ha accolto l´appello presentato dal Comune contro la Conscoop, l´impresa che si era aggiudicata il progetto «della faraonica e dispendiosa opera di privatizzazione del cimitero», dando ragione a chi sin dall´inizio si era strenuamente opposto a quell´accordo. In sostanza il Cga ha bocciato il progetto di finanza (project financing) del cimitero comunale, che, in caso contrario, avrebbe comportato una spesa milionaria per le casse dell´ente.

I punti di criticità, come si evince nella relazione presentata dall´ufficio dell´avvocatura del Comune, erano i costi che per i cittadini sarebbero enormemente aumentati, la sproporzione tra l´enorme quantità di cappelle che si voleva realizzare a discapito delle sepolture a terra e dei sodalizi e non ultimo i costi di cui il Comune, e quindi i contribuenti, si sarebbe dovuto far carico dopo 15 anni, alla scadenza del contratto di affidamento in concessione.

Se al sindaco Giuseppe Nicosia gli si deve riconoscere il coraggio di essere andato avanti per vie legali, il merito si deve anche al consigliere comunale Peppe Cannella e all´assessore ai Cimiteri Filippo Cavallo, che allora, in qualità di presidente della commissione Assetto e territorio, seguì in prima persona l´intera questione, ma anche all´attuale vice presidente del consiglio comunale Gaetano Carbonaro e all´ex esperto all´Urbanistica Titta Rocca.

Secondo Cannella, "La giunta Aiello aveva permesso alla Conscoop, tramite un atto deliberativo, di progettare un´opera dubbia, onerosa e penalizzante per i cittadini e l´ente. Proprio per questo due anni fa, assieme a Carbonaro e Cavallo, ci siamo opposti con fermezza al progetto e al bando di rilevanza europea. Il project financing era sostenuto dalla giunta Nicosia e difeso a spada tratta dall´assessore ai Lavori pubblici Salvatore Avola. Solo un´azione forte e decisa portata avanti con il sostegno di qualche consigliere ha impedito in extremis ad Avola di andare avanti e ha "costretto" Nicosia - conclude Cannella - a ripensare la scelta di privatizzare il cimitero".

Anche il segretario cittadino del Partito Democratico Salvatore Di Falco interviene per esprimere un forte plauso all´azione della giunta Nicosia che ha portato alla bocciatura da parte del Cga del project financing sulla privatizzazione del cimitero.

«Siamo di fronte – afferma Di Falco – ad un ennesimo grande successo di questa amministrazione comunale ma soprattutto del sindaco Nicosia in persona che ha voluto con forza il ricorso al procedimento amministrativo che era stato messo in piedi dimostrando, come la vicenda della Panter Eureka, di avere i cosiddetti attributi istituzionali. Una vittoria - conclude Di Falco - che scaccia via tutti i dubbi e che inchioda a precise responsabilità amministrative l´ex sindaco Aiello che ora, come sempre, cerca disperatamente di trovare punti di difesa inesistenti".