Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 910
VITTORIA - 11/08/2010
Attualità - Vittoria: caos viabilità sulle arterie del litorale

Soste selvagge e pericolosi ingorghi notturni nei locali

Auto in doppie file e circolazione in ambo le direzioni creano pericoli di ordine pubblico. E se dovesse passare un’ambulanza con un ferito politraumatizzato?

Per migliaia di giovani che si divertono ballando e bevendo, centinaia di automobilisti che soffrono intrappolati in un ingorgo senza vie d’uscite. La pazienza è d’obbligo, anche perché uno scatto d’ira farebbe solo danni alle macchine in sosta e agli automobilisti stessi. Impotenti tutti, anche una gazzella dei Carabinieri che a sirene spiegate deve andare a Scoglitti per servizio.

Sono le 2 di notte e nella bretella di contrada Lucarella che collega Scoglitti con lo stradale principale, mentre i giovani fremono per recarsi nel locale notturno, le macchine sono ferme in 4 corsie. Le due corsie laterali in sosta, in quelle centrali in senso di marcia contrario si calcolano i millimetri per non sfiorarsi e sfregiare le carrozzerie. In una carreggiata che, compresi i bordi, non è più larga di 13-14 metri è un’impresa scorrere.

Il caos si verifica in tre punti precisi della provincia. Puntuale il sabato, la domenica e negli appuntamenti festaioli particolari. Zona Lucarella, come detto; sulla Marina di Ragusa –Santa Croce Camerina; Castello di Donnafugata; zona Bosco Rotondo. Queste le strade da evitare nei fine settimana.

Un consiglio a chi deve recarsi in questi posti se si vuole evitare il calvario e l’intrappolamento. Mai dopo la mezzanotte, oppure fare un giro più largo per raggiungere le località interessate. E se un’ambulanza con dentro un politraumatizzato in prognosi riservata, magari da trasportare in elisoccorso a Catania o a Palermo, dovesse trovarsi nella trappola dell’ingorgo?

C’è solo da augurarsi, per il bene di tutti, che una simile sciagura non si verifichi mai. Perché a cascata la Procura della Repubblica andrebbe a cercare i responsabili. I sindaci o i presidenti della Provincia in primis che hanno la responsabilità oggettiva di tutto ciò che accade nel loro territorio di competenza, anche quando sono in vacanza all’estero; dopo le autorità preposte a garantire l’ordine pubblico per vedere se hanno fatto tutto per prevenire la tragedia.

Fra 4 giorni sarà Ferrgosto. «Ieri mattina s’è riunito il Comitato per l’Ordine pubblico in Prefettura- anticipa Giuseppe Mascolino- assessore alla Polizia urbana e viabilità, e s’è discusso di potenziare i servizi nelle zone a rischio».

Ma più di questo l’assessore non può dire, perché il Comune di Vittoria non dispone di un reggimento di vigili come una volta. A malapena una quarantina, sparsi qua e là, qualche volta maldistribuiti, per ciò che possono fare. Ragusa ha beneficiato di 20 vigili urbani stagionali, pare assunti senza bisogno del pronunciamento del Consiglio comunale, a Vittoria il bando è stato fermato e Vittoria adesso è nel caos come non mai in questa estate 2010.