Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 686
SCICLI - 05/05/2010
Attualità - Scicli: istituzioni e mondo della cultura a palazzo Spadaro per il 75mo compleanno del maestro

Il presidente Napolitano festeggia Piero Guccione

Anche i presidenti di Camera e Senato inviano messaggi augurali al maestro Foto Corrierediragusa.it

I 75 anni non cambiano Piero Guccione; schivo e di poche parole come sempre il maestro stringe le mani di tanti amici ed ascolta paziente, ora annuendo, ora sorridendo, i tanti messaggi che gli arrivano. Nella sala di palazzo Spadaro a Scicli il pittore ha festeggiato il suo compleanno.

La giornata è stata organizzata dall’amministrazione comunale di Scicli e dal centro studi Feliciano Rossitto. Quello di palazzo Spadaro è solo il primo di una serie di appuntamenti che si snoderanno per tutto l’anno e che continueranno con mostre e convegni anche nel 2011.

Significativi a questo proposito i messaggi augurali arrivati a Piero Guccione da parte delle tre più alte cariche dello stato; Giorgio Napolitano, Renato Schifani e Gianfranco Fini che hanno annunciato inoltre il patrocinio del Qurinale, di palazzo Madama e di Montecitorio.

Il saluto del prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo, ha aperto il convegno che ha riassunto al meglio l’essenza dell’arte di Guccione "La pittura di Guccione non è un´idea, ma un sentimento"; non potevano mancare, e non sono mancati a palazzo Spadaro, i compagni di viaggio della esperienza artistica di Piero Guccione.

I pittori del gruppo di Scicli che già dal 1980 costituiscono uno dei cenacoli più avanzati dell’arte italiana a cominciare da Franco Sarnari e dalla stessa compagna di vita di Piero Guccione, artista essa stessa, Sonia Alvarez; un gruppo che ha saputo reinventare l’identità del paesaggio ibleo, che ha creato l’immaginario collettivo del mare, della campagna, dei colori legati a questo lembo di terra; alla fine tutti ricevuti dal sindaco Giovanni Venticinque al palazzo comunale per un brindisi non celebrativo ma ben augurale.

(Nella foto: Piero Guccione brinda insieme al sindaco Venticinque ed ai compagni del Gruppo di Scicli))