Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 855
SCICLI - 31/05/2009
Attualità - Nel solco della tradizione la sacra rappresentazione

A Scicli la Madonna delle Milizie sullo sfondo di S. Matteo

Scenografia, costumi e regia di Gino Savarino convincenti
Foto CorrierediRagusa.it

La Madonna delle Milizie ritorna in Piazza Italia con il suo carico di storia e di fascino.

La sacra rappresentazione dello scontro tra cristiani e saraceni avvenuto nel 1091 al largo della costa sciclitana con l’arrivo della Madonna a cavallo che brandisce la spada invece della croce appartiene non solo al mito ma alla stessa identità della città di Scicli e costituisce oggi un appuntamento preciso del calendario delle manifestazioni folkloristiche dell’intera provincia. Lo spettacolo che anche quest’anno è stato presentato con lo sfondo del colle di s. Matteo si muove nel solco della tradizione basandosi sul testo del Pacetto risalente agli anni ’30.

Gino Savarino è stato regista ma anche un convincente Belcane mentre Biagio Barone ha impersonato i panni del conte Ruggero e Angelo Pirrè quelli dell’eremita. I costumi e la scenografia del castello medievale hanno contribuito anche essi a creare la giusta atmosfera e lo spettacolo di quasi novanta minuti è risultato alla fine convincente con qualche disfunzione solo nella parte dell’amplificazione.


(Nella foto di Gianni Mania: la scena dell’arrivo della Madonna delle Milizie)