Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1141
SCICLI - 27/08/2008
Attualità - Scicli - Protestano i residenti della frazione rivierasca

Mancano i bagni pubblici,
Sampieri gigantesca cloaca?

Sono stati distribuiti volantini provocatori: "puliamo noi" Foto Corrierediragusa.it

Bagni pubblici a Sampieri ? Sono in via Gradisca, nel cuore della frazione. Il problema della mancanza di servizi pubblici per una frazione che conta 30 mila residenti in estate e migliaia di visitatori ogni sera esplode puntualmente nei mesi estivi ed i residenti di via Gradisca dopo segnalazioni e proteste rimaste inascoltate la buttano sulla provocazione ed annunciano « Finalmente a Sampieri bagni pubblici in via Gradisca. Orario di apertura 22-06. Ingresso libero; gli abitanti di via Gradisca forniranno a chi ne farà richiesta carta igienica alla camomilla, crema sapone. Per la pulizia - come sempre- provvederanno gli stessi abitanti».

Il volantino è stato distribuito sulla spiaggia e nei luoghi di ritrovo perché amministratori e forze dell’ordine prendano atto di una situazione ormai insostenibile. La rabbia dei residenti è palpabile visto che decine e decine di giovani che affollano gli chalet ed i locali di ritrovo prima di ritornare a casa non hanno alcuna remora nell’appartarsi in ogni angolo delle strade per i loro bisogni ad ogni ora della notte. I risultati ogni mattina sono sotto gli occhi , ed i nasi, di tutti ed i residenti sono costretti a pulire di loro iniziativa.

"Non c’è alcun modo di dissuadere questi giovani dal fare i loro bisogni nottetempo ? dice un villeggiante- Qualche volta siamo arrivati al limite dello scontro fisico ed abbiamo lasciato perdere». Gli unici bagni nella frazione sono quei pochi annessi ai locali ed evidentemente non bastano. « Se questo è un problema non parliamo poi degli schiamazzi - insiste un gruppo di proprietari di case del centro storico - Gruppi con bottiglie di birra in mano che canta e grida per le strade vagano nel cuore della notte dopo che ci siamo sorbiti ore e ore di musica ad altissimo volume che proviene dagli chalet, ormai diventati vere e proprie discoteche senza che nessuno faccia niente.

Le telefonate ai centralini delle forze dell’ordine non hanno alcun effetto, non si vede nessuno ed ognuno fa quello che gli pare. Le autorità fanno finta di non vedere e sentire ma non è così che si tutelano gli interessi di tutta la frazione.» A Sampieri, diventata ormai meta preferita del popolo della notte, serve ordine, pulizia, servizi, rispetto dei luoghi e delle regole. Per chi suona la campana ?

(Nella foto in alto uno scorcio di Sampieri)