Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 838
SCICLI - 29/01/2016
Attualità - Il movimento chiede ai commissari anche la riduzione della tariffa oraria e la gestione diretta del servizio

"Cambiare Scicli" per la riduzione delle zone blu

Proposti al massimo 100 stalli nel centro storico in aggiunta a circa 40 parcheggi con sosta limitata a mezz’ora Foto Corrierediragusa.it

«Cambiare Scicli» chiede la riduzione del numero dei parcheggi a pagamento, la riduzione della tariffa oraria ed in abbonamento e la gestione diretta delle zone blu. Il movimento ritiene che i 255 stalli istituti nel centro storico è troppo elevato in rapporto alle esigenze degli utenti e lo dimostrerebbe il fatto che un gran numero restano vuoti.

"Cambiare Scicli" suggerisce, pertanto, di istituire al massimo 100 stalli di sosta nel centro storico in aggiunta a circa 40 parcheggi con sosta limitata a mezz’ora. Per il quartiere Iungi non è ritenuta necessaria l’istituzione di 49 parcheggi a pagamento e anche a Donnalucata, l’istituzione di 61 parcheggi a pagamento è troppo elevata in rapporto alla estensione della borgata, per il periodo dal 1° di luglio al 31 agosto e con fascia oraria : 9,00 -13,00 e 16,00 - 24,00 (compresi i festivi) perchè risulterà fortemente penalizzante per i residenti. Potrebbero bastare circa 15 parcheggi a pagamento ed altri 15 con sosta limitata a mezz’ora.

Stesso discorso per Cava D´Aliga dove sono stati previsti 36 stalli con le stesse modalità di Donnalucata. Il movimento contesta infine le modalità dell´appalto e dice: "Il comune ha dato in appalto per tre anni la gestione delle zone blu alla Ditta City System di Siracusa la quale corrisponderà allo stesso la somma fissa annua di 10 mila euro e il 15% degli incassi di detti parcheggi, per cui la società introiterà il restante 85% degli incassi. Che interesse ha il Comune a far pagare i propri cittadini a tutto vantaggio della società di gestione che introita la quasi totalità degli incassi dei parcheggi a pagamento?"