Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 622
SCICLI - 04/09/2015
Attualità - Decisivi i solleciti della corte dei conti all’amministrazione modicana

Modica "obbligata" a pagare Scicli per uso discarica

Modica o pagava o restituiva i soldi allo Stato concessi grazie al Decreto legge 35 Foto Corrierediragusa.it

Scicli incassa quasi sei milioni di euro più interessi e Modica chiude la partita annosa del debito per l´utilizzo della discarica di S. Biagio dal 2002 al 2008. Una vicenda che si è protratta negli anni e che si è risolta solo grazie alla sollecitazione della Corte dei conti che ha posto palazzo S. Domenico di fronte alle sue responsabilità. Pagare o restituire i soldi allo Stato concessi grazie al Decreto legge 35. Il sindaco di Modica non ha avuto quindi altre vie d´uscita dopo avere tergiversato per due anni e ha trovato l´accordo quasi in tempo reale con i tre commissari della commissione straordinaria che regge il comune di Scicli. Non c´era altre vie d´uscita per non mettere a repentaglio, più di quanto già siano le sorti del comune di Modica, che deve rendere conto dei 64 milioni concessi e di tutta una serie di rilievi che i giudici contabili hanno sollevato. Entro martedì le risposte alle eccezioni sollevate dovranno essere date e il sindaco ha cominciato dal debito con Scicli. E´ stato elaborato un piano di pagamento preciso con il comune di Scicli che prevede un milione 200 mila euro da pagare entro un mese. Poi altri due pagamenti da 800 mila euro ciascuno da saldare rispettivamente il 30 giugno del 2016 e del 30 giugno 2017 e quattro rate di 709 mila euro a scadere nei successivi quattro anni e quindi sino al 2021.

Per Scicli è una vera boccata d´ossigeno per le casse comunali e la possibilità di evitare il tracollo finanziario grazie alla liquidità ormai praticamente assicurata.