Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1478
SCICLI - 12/08/2015
Attualità - Nonostante le precarie condizioni meteo della notte di S. Lorenzo

A Marina di Ragusa e Sampieri bivacchi e immondizia

Le proteste dei residenti nella frazione ragusana oggetto di un intervento del consigliere Sonia Migliore Foto Corrierediragusa.it

Appuntamento con l´immondizia. La notte di S. Lorenzo ha portato l´ennesimo scempio sulla spiaggia di Sampieri, dove nonostante le precarie condizioni del tempo, non sono mancati bivacchi ed attendamenti (vedi foto). Non si sono visti controlli di alcun genere e neppure l´ordinanza di rito emessa per queste occasioni. Vigili urbani e forze dell´ordine hanno operato controlli nella borgata ma sulla spiaggia è successo di tutto e di più. I risultati sono apparsi subito evidenti al sorgere del sole quando i primi bagnanti hanno trovato una discarica a cielo aperto e anche qualche tenda abbandonata.

I netturbini si sono materializzati solo nel primo pomeriggio ed hanno cominciato a rimuovere tutta l´immondizia lasciata sull´arenile. Amareggiati i residenti, imbufaliti i turisti che non riescono a spiegarsi come tutto ciò possa accedere a Sampieri visto che Play Grande, Donnalucata e Cava D´Aliga, ricadenti nello stesso comune, sono stati immuni dall´invasione degli sporcaccioni. Un "aperitivo" per quello che sarà un fine settimana che si prospetta molto "movimentato" se non saranno adottate misure preventive adeguate per scongiurare altri e ben più numerosi attendamenti e bivacchi sull´arenile.

Alla luce di quanto successo è apparso dunque perlomeno surreale il rassicurante comunicato del solerte ufficio stampa di uno dei due lidi che insistono sulla spiaggia di Sampieri che ha ospitato un concerto di un noto rapper la notte di s. Lorenzo. La spiaggia viene definita infatti "linda e pulita" e a conferma di ciò vengono allegate anche le foto. Peccato sia solo un fazzoletto e tutto intorno al lido interessato, per il legittimo vantaggio di chi paga per ombrelloni e servizi. Tutto quel che resta di pubblico e di libero a Sampieri versa invece in condizioni disastrose ed al limite dei requisiti minimi per garantire la salute pubblica. Il comune in questo caso ha perso una buona occasione per invertire la rotta rispetto ad altri anni e i privati una buona occasione per ritirarsi in un angolo ed osservare un doveroso silenzio.

Marina di Ragusa
A Marina proteste dei residenti per la musica ad altissimo volume fino alle 3 della notte profusa da impianti installati sulla rotonda del lungomare. Volumi altissimi per la serata dedicata ai giovani e promossa, tra bar e cocktail alcolici, per far divertire le nuove generazioni. Il consigliere Sonia Migliore è intervenuta sulla notte di s. Lorennzo visssuta nella frazione marinara: "Mentre il Comune impone ai locali ordinanze per limitare le diffusioni sonore, lo stesso Comune, quando promuove le serate per giovani, consente la musica fino alle 3, dunque ormai nel cuore della notte, senza badare ai decibel.
Abbiamo registrato lamentele dai residenti, dai villeggianti e perfino da alcuni turisti appena arrivati in un albergo vicino – aggiunge Migliore – e che mai si sarebbero aspettati di dover fare i conti con una discoteca improvvisata proprio sotto il balcone, in piena spiaggia e in piena notte. Ma quel che è più incredibile è, come al solito, la benché minima attività di programmazione. Alle 3 di notte, staccata la musica, migliaia di giovani si sono riversati sul lungomare ed ancora lungo le spiagge. A loro non sono stati dati servizi. Le toilette, per un evento del genere, si potevano mantenere aperte. Invece, inevitabilmente, i ragazzi sono stati costretti ´sporcare´ lo spazio sottostante il lungomare visto che ormai i locali erano chiusi. Infine le tende da campeggio. In barba a qualsiasi regola è stata evidentemente permessa o tollerata l’installazione di tende che sono rimaste fino alle prime ore della mattina quando sono dovuti intervenire gli operatori ecologici per ripulire gli arenili ormai trasformati in immondezzai visto che erano carenti perfino i cestini della spazzatura rispetto ad un numero così elevato di persone

Il meteo
Niente stelle cadenti per la notte di S. Lorenzo. Il cielo è stato coperto di nuvole e molti programmi sono dunque saltati per chi aveva deciso di dedicare la notte all´osservazione del fenomeno. Il tempo perturbato la farà ancora da padrone e si annunciano giorni di instabilità a partire da oggi con temporali e piogge , con forti raffiche di vento e temperature in picchiata. Tre i fronti sui quali si muove la perturbazione. Il primo scende da nord ed interessa il versante tirrenico dell´isola.

Il secondo fronte è posizionato nel catanese, si muove verso lo Jonio ed è in fase di esaurimento. Il terzo fronte è il più esteso, si trova nel Canale di Sicilia e interessa in modo particolare il sud/est dell’isola tra il siracusano e ragusano con fenomeni intensi con nubifragi, grandinate e trombe d’aria.

La Capitaneria di Porto di Pozzallo ha diffuso alle aziende di settore l’allerta meteo ricevuto direttamente da Roma, comunicando che da martedì e per 24/36 ore, ci saranno forti raffiche di vento, pioggia e fenomeni temporaleschi nelle zone di mare.