Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1414
SCICLI - 07/08/2015
Attualità - Un lettore lombardo in vacanza nella frazione rivierasca ci scrive

Sampieri infernale e invivibile? La lettera di un residente

Il dito d’accusa puntato sulle istituzioni Foto Corrierediragusa.it

Un lettore lombardo residente nei mesi estivi nella borgata ha indirizzato al nostro giornale una lettera aperta per denunciare i tanti, troppi, casi, di degrado e invivibilità a causa degli effetti di una movida che le autorità non riescono a riportare nel giusto alveo soprattutto alla chiusura dei locali di ritrovo. Scrive il signor N.B. (lettera firmata): "A Sampieri le intemperanze della movida, come ogni estate, tengono in ostaggio il borgo e fanno fuggire turisti e villeggianti. A mio parere Sampieri è precipitata per colpa dei proprietari/gestori di chalet e di baracche fatiscenti che non guardano in faccia a nessuno e le cui attività imprenditoriali non danno alcun valore aggiunto all´economia della borgata. Ma la colpa del degrado di Sampieri è stata anche - per non dire soprattutto - delle Istituzioni, a cominciare dal Comune di Scicli, che hanno puntualmente sottovalutato quel che accadeva nel borgo al punto che mi sono formato la convinzione che fra queste Istituzioni fosse stato siglato un patto scellerato in base al quale la borgata di Sampieri era stata scelta come luogo in cui fare defluire e confluire il popolo della notte una volta che a Pozzallo, Marina di Modica, Cava d´Aliga, Donnalucata, Marina di Ragusa e Playa Grande i locali erano costretti a rispettare le varie ordinanze e, quindi, a chiudere attorno all´una di notte. Infatti a Sampieri il casino e l´anarchia sono sempre iniziati quando altrove finivano! Frequento Sampieri dal 1985 negli ultimi 10 anni ho assistito al lento ed inesorabile degrado della qualità della vita del borgo. Già il fatto che Amministratori senza scrupoli abbiano consentito gli insediamenti degli chalet direttamente a ridosso della borgata la dice lunga sulla situazione in cui versa Sampieri ogni estate, situazione cui si deve aggiunge lo scempio dell´occupazione della spiaggia la notte di San Lorenzo e di Ferragosto. Come se ciò non bastasse sono stati concessi permessi e autorizzazioni affinchè si insediassero sul lungomare due "chioschi" con licenza di operare 24 ore su 24 nonostante la presenza di numerose abitazioni.

Comune di Scicli, Prefettura, Questura sapevano benissimo della presenza delle abitazioni e che i chioschi avrebbero fatalmente attirato una moltitudine di giovani che avrebbero disturbato il sonno e la tranquillità di coloro che risiedono negli appartamenti che si affacciano sul lungomare e che, nel loro piccolo, portano ricchezza.

Siamo ricorsi come privati residenti a una guardia giurata non per sentirci più protetti ma per cercare di impedire che il popolo della notte facesse uso di Via Pasubio, Via Arno, Via Gradisca e Via Arduino come gabinetti a cielo aperto ove urinare anche sulle portiere delle auto in sosta, defecare fra i muri delle case e le auto in sosta, fare sesso sui gradini della case, vomitare preferibilmente sui cofani delle auto in posteggio, abbandonare bicchieri e bottiglie sui tetti delle auto, urlare senza ragione, litigare e fare a botte, spezzare le antenne delle autoradio delle auto.

Spero vivamente che qualcuno abbia la coscienza del proprio dovere ed indaghi senza pietà e Prefettura, Questura, Comune agiscano in modo esemplare nei confronti di chi non osserva le regole e disturba la quiete pubblica con esercizi commerciali e di intrattenimento fuori regola. Solo così Sampieri potrà riappropriarsi di quella normalità e di quella tranquillità che per anni sono state calpestate e sottratte al godimento di chi, come il sottoscritto, ama soggiornare d´estate in questo stupendo angolo di Sicilia.

I cittadini onesti e rispettosi hanno diritto di sapere dove sono finiti - e dove finiscono - i verbali dei carabinieri o perché i locali notturni a Sampieri non sono mai stati chiusi durante la stagione estiva nonostante le numerose segnalazioni e proteste raccolte anche dalla stampa. Perché i Commissari che reggono il Comune di Scicli non accettano di incontrare la popolazione. Eppure è precisa responsabilità del comune quella di provvedere alla tutela della salute dei cittadini ma non è certo consentendo attività come quella dei chioschi sul lungomare e con orario h24 che si persegue lo scopo. L´opinione pubblica deve sapere che la case date in affitto a Sampieri sono andate deserte nel luglio del 2015 sia per la crisi ma - soprattutto - perché la gente fugge dal borgo ormai infernale ed invivibile soprattutto nelle ore notturne".

Nella foto lo splendido lungomare di Sampieri