Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 590
SCICLI - 01/08/2015
Attualità - Allarme notturno nel quadrilatero delle vie Pasubio, Arno, Gradisca e Duino

Sampieri è nel caos: vigilantes in azione ed esposto in procura. Della grave vicenda si occuperà anche il comitato per l´ordine e la sicurezza pubblica

Denunciati episodi di angherie, piccola criminalità e danneggiamenti Foto Corrierediragusa.it

Microcriminalità e caos notturno a Sampieri: gli allarmati residenti si sono rivolti a dei vigilantes per sentirsi più protetti, presentando altresì un esposto alla procura di Ragusa che denuncia la insostenibile situazione in cui versa il quadrilatero delle vie Pasubio, Arno, Gradisca e Duino (foto). La questione sarà anche oggetto di discussione nella seduta del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica visto che a Sampieri la situazione rischia di degenerare per i tanti episodi di angherie, piccola criminalità e danneggiamenti che si verificano soprattutto nei fine settimana. I residenti nel frattempo, ormai disillusi dopo i tanti appelli ai responsabili dell´ordine pubblico, hanno deciso di ricorrere ad una società di vigilanza privata per tenere sotto controllo la situazione. I vigilantes sono già operativi nelle zone prese di mira da giovani che alle prime ore del mattino vagano senza meta ubriachi e senza controllo, disturbano la quiete pubblica e rendono la vita impossibile ai residenti, i quali invocano maggiori controlli soprattutto sulle chiusure dei locali che restano aperti ben oltre gli orari autorizzati dall’ordinanza sindacale, diffondo musica ad alto volume fino a notte fonda.

Nell’esposto in procura vengono pertanto chieste misure di controllo anche sul rispetto delle ordinanze ed in particolare sulla somministrazione di alcolici al di fuori dei locali. La storia è vecchia e proprio per questo i residenti sono amareggiati perché nessuna misura è stata presa negli anni passati e quest’anno le cose sono addirittura peggiorate.