Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 845
SCICLI - 28/04/2015
Attualità - L’acqua ha continuato ad invadere l’arenile

Spiaggia di Micenci a Donnalucata "impaludata"

Basterebbe forse alzare il livello della spiaggia per risolvere il caso
Foto CorrierediRagusa.it

Anche l´estate 2015 sarà "impaludata" a Donnalucata. Non è cambiato nulla e addirittura sull´arenile di Micenci la spiaggia è ormai ridotta ad un acquitrino nei primi 500 metri (foto). L´acqua ha continuato ad invadere l´arenile ed il risultato è sotto gli occhi di tutti. La spiaggia è solcata dall´acqua, si sono creati avvallamenti e concentrazioni melmose che non lasciano ben sperare perchè il fenomeno dell´impaludamento cresce ogni giorno di più. Nessun intervento è stato portato a buon fine da tre anni a questa parte quando i primi segnali si sono manifestati con conseguenze negative e pericolose anche per i residenti a monte della spiaggia per non parlare dei bagnanti che hanno dovuto traslocare verso zone più asciutte. Per quest´estate sarà ancora più difficile perchè il tratto più frequentato dell´arenile è ridotto davvero male. L´amministrazione Susino aveva cercato di tamponare i flussi della sorgiva che sfocia proprio all´inizio della spiaggia ma i tentativi non hanno sortito alcun effetto nè si conoscono gli esiti di una commissione che doveva studiare il caso. Per alcuni residenti. comunque disperati ma non rassegnati, il problema è più semplice di quanto appaia.

Sarebbe infatti la mancanza di sabbia, spostata anno dopo anno dagli agenti atmosferici, a creare avvallamenti dove si incunea l´acqua del mare che non trova per il basso livello della spiaggia alcuna barriera. L´acqua infatti non è quella delle sorgive, ovvero dolce, ma salata e quindi proveniente direttamente dal mare. Basterebbe dunque alzare il livello della spiaggia per risolvere il caso. Un approccio empirico cui finora non è stato dato alcun rilievo ma che potrebbe essere l´uovo di Colombo. Andando avanti così comunque è certo che chi frequenterà il lido Micenci dovrà attrezzarsi per fare i conti con la palude.