Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 829
SCICLI - 10/03/2015
Attualità - Il tempio appena restaurato e di nuovo rovinato

Vandali scatenati nella chiesa di San Matteo: tanti danni

Occorrerà adottare delle misure di prevenzione che fungano da deterrente Foto Corrierediragusa.it

Vetri delle finestre rotti e mura imbrattate con scritte spray: l’ennesimo atto di vandalismo è stato ancora una volta perpetrato ai danni della restaurata chiesa di San Matteo (foto), che insiste nell’omonimo colle che sovrasta Scicli. I danni provocati da sconsiderati giovinastri nel corso della notte ammontano a qualche migliaio di euro. Si dovrà adesso procedere a ridipingere le mura del tempio, che, come accennato, era stato di recente sottoposto ad un accurato restauro, sia all’interno che all’esterno, e riportato all’originario splendore. Una bellezza senza tempo ora di nuovo deturpata da vandali senza scrupoli, che, per mero divertimento, non hanno esitato di nuovo a rovinare il tempio di culto.

Per evitare che simili episodi si verifichino ancora (la chiesa era stata danneggiata già qualche settimana fa) occorrerà adottare delle misure di prevenzione che fungano da deterrente, come ad esempio l’installazione di videocamere di sicurezza che monitorino la chiesa di San Matteo.