Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:10 - Lettori online 913
SCICLI - 14/08/2014
Attualità - Il sindaco di Scicli "scopre" solo adesso la spiaggia "impaludata"

Micenci da bonificare? Peccato che l´estate sta finendo!

Tante idee, troppe riunioni ma nessun atto concreto per affrontare e cercare di risolvere un problema oggettivamente grave Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Franco Susino "scopre" in pieno Ferragosto che la spiaggia di Micenci è diventata una palude (foto) e si muove per trovare una soluzione. Il sindaco assicura in un comunicato stampa che "l´Amministrazione Comunale intende bonificare, in modo radicale, il tratto di spiaggia di Micenci sottoposto al deflusso di acqua sorgiva che ha reso una palude una consistente area di quell’arenile. Considerando prioritaria la soluzione di un problema così grave, ha indicato delle soluzioni proponendo, in una nota, una serie di azioni al Genio Civile Opere Marittime, all’Assessorato Territorio ed Ambiente servizio «Demanio Marittimo» e al Libero Consorzio Comunale". Dal tono e dal contenuto della comunicazione del sindaco sembrerebbe proprio che il problema sia insorto appena qualche giorno fa ed all´improvviso ma, come sanno i residenti ed i bagnanti che frequentano la spiaggia di Micenci, il caso si è posto "appena" un anno fa e da allora il sindaco ha vagato nell´incertezza, nell´indecisione e nell´inconcludenza. Tante idee, troppe riunioni ma nessun atto concreto per affrontare e cercare di risolvere un problema oggettivamente grave. Suonano dunque quasi offensive le parole conclusive del sindaco Susino che rileva che "questa è una questione urgentissima da risolvere rivestendo il carattere di assoluta priorità".

C´è da chiedersi dove sia stato Franco Susino da quest´anno a questa parte; è vero che è passato da verifica in verifica, da problemi politici a quelli giudiziari, ma il ruolo che Susino ha scelto lo obbliga ad affrontare i problemi della comunità. Quello di Micenci per i risvolti igienico-sanitari, turistici e di decoro è uno di questi e dopo 13 mesi il sindaco ed i suoi più stretti collaboratori sono punto e daccapo. Vagano nel buio, sono alla ricerca di consulenze e si appellano ora alla Protezione civile, ora al Libero Consorzio di Ragusa mentre Micenci è sempre più impaludata e le zanzare la fanno da padrone.