Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 858
SCICLI - 27/05/2014
Attualità - Per prevenire pericoli per i bagnanti

La spiaggetta di Micenci non è sicura

Chi pensava che dopo un anno il problema potesse essere dunque risolto dovrà ricredersi Foto Corrierediragusa.it

La sorgente di acqua dolce sulla spiaggia di Micenci (foto) è senza riparo. Non può essere irreggimentata e si dovrà dunque procedere alla perimetrazione dell´area circostante per prevenire pericoli per i bagnanti. Lo studio da parte dei geologi della Provincia parla chiaro e dopo sei mesi di indagini e di approfondimenti i tecnici sono arrivati alla conclusione che il torrente carsico che emerge sulla spiaggia non può essere nè interrato nè incamiciato come nelle prime ipotesi formulate. Per i residenti e per i bagnanti della spiaggia più affollata di Donnalucata bisognerà trovare il modo di convivere mentre l´amministrazione al più presto ricorrerà all´affissione di cartelli per segnalare il pericolo ed alla perimetrazione dell´area per evitare che qualcuno possa procurarsi danno fisico. L´ufficio tecnico del comune ha già installato i cartelli per segnalare il pericolo e nei prossimi giorni l´area sarà delimitata. Per la spiaggia sarà un grave danno perchè la sorgente allaga la battigia e crea una zona acquitrinosa per nulla salubre soprattutto nei giorni più caldi dell´estate e perchè attira insetti e zanzare.

Chi pensava che dopo un anno il problema potesse essere dunque risolto dovrà ricredersi perchè, invece, il caso di Micenci è destinato a restare nel tempo e bisognerà fare i conti con la sorgente di acqua dolce che in continuo emette un fiotto in superficie. I residenti nella frazione non sono molto convinti di questa soluzione e dello stesso studio geologico anche se per il momento ne hanno preso atto. I residenti rilevano infatti che la sorgente delle ore, meglio nota in dialetto come "i ugghi", è sempre stata una peculiarità di Micenci ma non ha creato mai problemi. Solo dallo scorso anno il problema è emerso in tutta la sua evidenza e tutto ciò non convince e fa pensare, a torto o a ragione, ad una manomissione dei luoghi, che comunque è tutta da provare.