Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 563
SCICLI - 10/08/2013
Attualità - Denuncia del consigliere Pd, Marco Causarano, che invoca regole

Centro storico Scicli nel caos, ognuno pensa per sè

Serve un regolamento per gli esercizi commerciali e le ordinanze devono essere rispettate Foto Corrierediragusa.it

Caos centro storico, serve un regolamento. Lo invoca Marco Causarano, consigliere Pd, per trovare un equilibrio tra le legittime esigenze di commercianti ed operatori commerciali e turisti e residenti. C´è poi l´irrisolta questione dell´inquinamento acustico che in via Mormina Penna (nella foto), cuore del centro storico, non lascia tranquilli e per molti diventa un incubo. La situazione non migliora in Piazza Busacca dove i tavoli dei locali vanno dalle scale dell’ex carcere sino alla chiesa del Carmine. In via Penna, gli esercenti dei locali commerciali, lamentano il «buco economico» provocato dai concerti estivi promossi dal Comune, Piazza Italia è abbandonata al proprio destino da anni.

Denuncia Marco Causarano: "Ecco l’altra faccia dell’estate sciclitana, quella che non è incensata dai commenti ufficiali del Comune di Scicli, ma che cittadini e turisti colgono costantemente in queste serate di agosto. Sia chiaro: la bella stagione è il momento topico per la nostra città, non foss’altro perché il numero degli abitanti lievita esponenzialmente e le quattro borgate diventano comunità a sè che chiedono gestioni autonome. Il centro storico del paese, poi, vive il momento di massimo afflusso. Tuttavia, la sensazione di chi vive la città è quella che a Scicli, da anni, si amministri solo l’emergenza continua e manchi una pianificazione che parta da lontano e si ponga una visione più lungimirante nella gestione dei processi topici che caratterizzano le stagioni di una comunità". Il consigliere Pd chiede dunque un regolamento per i bar e l´arredo urbano ed una ordinanza specifica per l´inquinamento acustico che venga fatta rispettare. Dice ancora Marco Causarano: "
Un po’ è colpa delle associazioni, abituate a muoversi in solitudine, tanto è responsabilità di chi amministra, incapace di creare una cabina di regia unica che sappia disciplinare i processi o – meglio ancora – una direzione artistica capace di stabilire regole per le quali si sappia in anticipo se ai ragazzi del liceo cittadino è concesso di suonare in via Penna con la stessa legittimazione di Mario Venuti, ma anche ai locali commerciali di pianificare la loro stagione senza vivere l’apprensione continua del colpo di teatro di chi un giorno vuole stupirci con effetti speciali. Insomma sembra di vivere dentro un magnifico quadro di Joan Mirò. Ecco l’immagine che mi viene di Scicli in questa estate fatta di tanti colori pregni di iniziativa e densi di contenuto, ma surreali e onirici in mezzo al caos che caratterizza questo tran-tran del vivere quotidiano".