Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 791
SCICLI - 25/06/2012
Attualità - Nelle frazioni dello sciclitano è emergenza, a Punta Regilione acque torbide

Spazzatura senza limiti e macchie scure a mare

Il sindaco Antonello Buscema ha chiesto che siano effettuati esami, Franco Susino si è rivolto alla Prefettura

Passano gli anni e le stagioni ma i problemi restano sempre gli stessi. Con l’arrivo dell’estate ed i primi assalti alle spiagge residenti, turisti e visitatori occasionali si ritrovano con i questioni irrisolte che fanno a pungo con quella voglia di turismo che è nella mente e nelle parole di ogni amministratore.

Le amministrazioni si fanno trovare impreparate anche se, almeno a parole, di buona volontà ce n’è tanta. Il litorale sciclitano è invaso dalla spazzatura. Tutte le località balneari di Scicli, Play Grande, Donnalucata, Cava D’Aliga, Sampieri, sono invase dalla spazzatura con cassonetti debordanti di sacchetti e rifiuti maleodoranti sotto i 35 gradi. Il sindaco ha allargato le braccia e chiesto un incontro al prefetto per risolvere un problema che rischia di diventare il filo conduttore di tutta l’estate.

Non va meglio a Marina di Modica dove la frazione è pulita ma del mare non si può dire altrettanto. Almeno a Punta Regilione dove le macchie scure già notate da due stagioni a questa parte hanno fatto la loro ricomparsa. L’amministrazione ha chiesto di eseguire gli esami sulla natura delle macchie ma ancora una volta i residenti non sono tranquilli.