Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1598
SCICLI - 29/02/2008
Attualità - Scicli - A San Biagio conferiranno solo Scicli, Ispica e Pozzallo

Una discarica per pochi,
non per tutti

Modica dirottata a Pozzo Bollente a Vittoria e Torchi precisa Foto Corrierediragusa.it

Nella discarica comunale di contrada San Biagio, per il mese di marzo, conferiranno i rifiuti solo i comuni di Scicli, Pozzallo e Ispica, quest´ultimo centro con un camion compattatore al giorno.

Il presidente dell´Ato Giovanni Vindigni (nella foto) ha dirottato nella discarica di contrada Pozzo Bollente a Vittoria i rifiuti di Modica, stante il placet del sindaco Giuseppe Nicosia. Dopo il 31 marzo San Biagio chiuderà definitivamente.

Si attende il completamento dei lavori e il collaudo della nuova vasca della discarica di Ragusa perchè l´intero comprensorio di Modica possa conferire a Cava dei Modicani, nel capoluogo ibleo. La vasca attualmente in esercizio a Ragusa è infatti di proprietà del Comune capoluogo, che non consente ai comuni extra comprensoriali di conferire.

Bisogna dunque il collaudo della nuova vasca, a gestione Ato, affinchè a Cava dei Modicani possano poi conferire Scicli, Modica, Ispica e Pozzallo.

Intanto il sindaco di Modica Piero Torchi ha apprezzato la disponibilità di Nicosia e l’impegno del presidente dell’ATO Ambiente, ma punta comunque i piedi. "Qualunque soluzione verrà adottata - dice Torchi - non può comunque costituire per Modica un costo maggiore né di conferimento, né di trasporto rispetto agli altri comuni del comprensorio, altrimenti si configurerebbe una inspiegabile discriminazione proprio ai danni del Comune che più di ogni altro si è impegnato per offrire soluzioni amministrative alternative e di respiro comprensoriale».

Questo è il significato di interlocuzione che il Sindaco Piero Torchi ha avuto sia con il Presidente dell’Ato Ambiente, Vindigni, che con il Prefetto di Ragusa in ordine alla paventata chiusura della discarica di Scicli ai Comuni del comprensorio.

«La discarica di Scicli, continua il Sindaco, è nata come comprensoriale e come tale è stata finanziata e realizzata.

"Si chiude per tutti, anche per Scicli, ed in questo caso le decisione non spetta a noi ma alle autorità competenti,ogni altra soluzione sarebbe di difficile interpretazione normativa e soprattutto ci spiacerebbe - conclude Torchi - chiedere l’autorevole intervento del Commissariato per l’Emergenza dei Rifiuti al fine di far rispettare impegni coerenti tra i Comuni».