Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 679
SANTA CROCE CAMERINA - 20/04/2016
Attualità - Iniziativa dei consiglieri Pluchino e Di Marco

"Diventerà bellissima" lancia petizione

La gente ha bisogno di maggiore sicurezza Foto Corrierediragusa.it

La sicurezza dei cittadini e l’ordine pubblico continuano a cedere e a mostrare segni di preoccupante abbassamento dal normale livello di ordinarietà sia all’interno dei centri urbani che delle zone rurali. Per questo il gruppo locale di «Diventerà Bellissima», il movimento politico vicino al deputato regionale Nello Musumeci, presente in consiglio comunale con due consiglieri, Rosario Pluchino e Salvatore Di Marco (da sx nella foto), ha deciso di lanciare una petizione popolare. «Noi di Diventerà Bellissima - si legge in un comunicato che presenta l’iniziativa - siamo convinti che l’inviolabilità delle nostre case sia un principio irrinunciabile e da difendere con fermezza e che i cittadini onesti debbano riacquistare quella sensazione di sicurezza che le leggi attuali, fin troppo permissive, non danno. Abitazioni svaligiate da bande di delinquenti anche di giorno – osservano Pluchino e Di Marco - ormai non fanno più neanche notizia mentre le malcapitate vittime dei furti rischiano severe condanne se solo dovessero tentare di difendere i loro beni. Di fronte ad una criminalità sempre più aggressiva – è allora il concetto dei due esponenti di centrodestra - occorre aggiornare le norme esistenti collegandole alle nuove domande di sicurezza dei territori, in particolare quelli, come il nostro paese, più esposti agli assalti di una criminalità sempre più violenta e sfrontata. Serve certamente più vigilanza delle forze dell’ordine, ma a loro vanno forniti più mezzi e più personale evitando il pericolo che la cittadinanza allarmata faccia ricorso alla giustizia» fai da te «o si improvvisi «sceriffo di paese". Condividiamo tutte quelle iniziative, da qualsiasi parte vengano, che mettono in condizioni i cittadini di poter difendere la propria famiglia, la propria azienda agricola, la propria abitazione da malintenzionati e percepiscano quel senso di sicurezza che fanno di ogni paese un paese civile. Depositato in Cassazione, esiste un disegno di legge di iniziativa popolare dove si prevede di punire più severamente la violazione di domicilio e nello stesso tempo si potenziano le possibilità di legittima difesa per evitare che l’aggressore si trasformi in vittima. Abbiamo fatto quanto necessario – comunicano Pluchino e Di Marco - perché la raccolta di firme venisse iniziata anche a Santa Croce e pertanto invitiamo tutti a recarsi presso la segreteria del Comune per firmare l’adesione dando sostegno all’iniziativa».