Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 789
SANTA CROCE CAMERINA - 28/11/2015
Attualità - Lo ha disposto l’assessorato regionale Territorio e ambiente

Al comune Santa Croce area dove sorgeva ex caserma

Il verbale di consegna è stato firmato dal sindaco Franca Iurato Foto Corrierediragusa.it

L’assessorato regionale Territorio e ambiente ha disposto, lo scorso 19 novembre, la concessione al comune di Santa Croce Camerina dell’area su cui sorgeva l’ex caserma della guarda di finanza di Punta Secca. Il verbale di consegna dell’area, estesa 916,16 metri quadrati, è stato firmato dal sindaco Franca Iurato e dal rappresentante regionale del Demanio marittimo. L’istanza di concessione dell’area era stata avanzata all’assessorato regionale nell’ottobre del 2012. Nel maggio di quest’anno l’amministrazione comunale ha proceduto alla demolizione della Dogana Borbonica che ospitava la caserma della Guardia di Finanza fino agli inizi degli anni ’80 e adesso arriva la concessione dell’area per la costruzione di un belvedere. L’iter, secondo l’amministrazione comunale, volge verso la fase conclusiva. «Questo significa – dichiara il sindaco Franca Iurato – che, con buona pace dei detrattori che hanno speculato su questa vicenda, si formalizza un passaggio importante che consentirà la riqualificazione di quell’area con la realizzazione di un belvedere destinato alla pubblica fruizione già dalla prossima estate, come d’altronde era stato indicato nel nostro programma elettorale.

Il progetto – spiega il primo cittadino - contempla la realizzazione di una pavimentazione in pietra locale, così come è stato stabilito d’accordo con la Soprintendenza di Ragusa, per ottenere una sempre migliore riqualificazione della borgata di Punta Secca che, grazie anche alla continua promozione di cui gode con la fiction tv di Montalbano, può davvero diventare un punto di riferimento internazionale per i flussi turistici che abbiamo il dovere di accogliere con la massima cura e attenzione, considerato il volano economico che gli stessi possono esercitare per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio. Stiamo portando avanti, dunque, - sottolinea ancora il primo cittadino - un investimento dedicato alla nostra cittadinanza, alle generazioni future, per fare diventare Punta Secca un polo di attrazione».