Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1108
SANTA CROCE CAMERINA - 02/06/2013
Attualità - Il programma della "Notte dei musei" è stata tuttavia modificato per l’imperversare del vento

Teatro e musica per "Camarina, mon amour"

La notte camarinese si è poi conclusa con la performance lirica a cura di Angela Elsa Trovato, Luigi Fronte e Giorgio Adamo che hanno offerto un repertorio particolare concluso con un brano tratto da «La vedova allegra» Foto Corrierediragusa.it

«Camarina mon amour» per la notte dei musei. La manifestazione è stata ospitata al parco archeologico e pur se il programma ha subito delle variazioni per via del vento è risultata gradevole ed interessante. I giovani studenti del liceo classico Umberto I° (nella foto) del laboratorio Dyonisos hanno presentato «Il Prometeo incatenato» di Eschilo nel suggestivo spazio del tempio di Atena per la sapiente regia di Gianni Battaglia. Successivamente il direttore del parco, Giovanni Distefano, alla presenza della soprintendente Rosalba Panvini, ha inaugurato due mostre all’interno del museo.

La prima è stata dedicata al «cratere di Scoglitti» che è stato ristrutturato e ora esposto al pubblico. La seconda mostra riguardava invece i «Camarinesi giovani e teatro antico». I numerosi partecipanti hanno poi avuto la possibilità di partecipare ad una visita guidata del museo seguita dall’esibizione del coro Jubilatae Gentes, diretto da Gianna Rizza, che ha eseguito l’Inno Europeo e l’Inno Nazionale e, con la partecipazione di Gianluca Abbate al pianoforte e di Piero Caruso al corno francese, ha eseguito anche il Va Pensiero.

Spazio anche alla pittura. Il gruppo di artiste di Kaos nel corso del pomeriggio ha eseguito un’estemporanea di pittura le cui opere sono state poi esposte tra i padiglioni del museo. La notte camarinese si è poi conclusa con la performance lirica a cura di Angela Elsa Trovato, Luigi Fronte e Giorgio Adamo che hanno offerto un repertorio particolare concluso con un brano tratto da «La vedova allegra».