Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 741
SANTA CROCE CAMERINA - 18/11/2012
Attualità - Lo ha annunciato il sindaco Franca Iurato

Interventi a S. Croce su opere pubbliche

Buone nuove in particolare per la «fontana tricolore» Foto Corrierediragusa.it

In tempi di spending review e di austerità, gli interventi annunciati dall’amministrazione comunale su opere pubbliche e risanamenti di immobili comunali vengono accolti con interesse. Il sindaco Franca Iurato (foto) ha annunciato che la nuova fontana inserita nella rotatoria sulla circonvallazione cittadina con l’innesto della provinciale S.Croce-Scicli, presto verrà azionata, dopo il completamento dei lavori. L’annuncio è accompagnato da una polemica verso coloro i quali hanno stigmatizzato la lentezza della nuova amministrazione a completare l’opera.

La «fontana tricolore», così denominata perché una volta in funzione sarà illuminata da luci verdi, bianche e rosse, era stata iniziata e inaugurata, sebbene ancora non completa, dalla amministrazione precedente retta da Lucio Schembari. Le critiche verso l’attuale sindaco, che non riusciva a completare l’opera, adesso sono respinte dal primo cittadino che imputa all’incedere di altre priorità i ritardi nel completamento dell’opera.» In ogni caso – rileva - la fontana tricolore verrà azionata, ma i cittadini sanno che abbiamo dovuto istallarvi un contatore di ben 15 kw? In un momento in cui lo Stato chiede a tutti i Comuni di stringere la cinghia sui consumi, persino di spegnere la pubblica illuminazione per risparmiare, noi che facciamo? Accendiamo una inutile fontana tricolore?

Ma verrà fatto, certo – si rassegna Franca Iurato- . Con un timer, però, a garanzia che i dispendiosi costi di energia elettrica non diventino insormontabili, aggiunti ai costi di manutenzione che sono, naturalmente, tutti a carico dell’amministrazione. Il sindaco comunica anche che per la nuova palestra polifunzionale «ne abbiamo trovato il progetto, scaduto, ad ammuffire in un cassetto. Solo una tempestività, che ci viene adesso negata, - osserva il sindaco Iurato - ha consentito il rispolvero e l’avvio di questa bella realtà di cui la nostra collettività potrà usufruire. Un altro recupero che ci proponiamo di fare – comunica inoltre il sindaco - riguarda il museo etnografico, alloggiato anch’esso nello stabile con il tetto fatiscente che ospita i servizi sociali e per il quale sarà attuato il risanamento, restituendo alla pubblica fruizione il museo etnografico, finora chiuso». Saranno infine effettuati interventi urgenti per rendere più sicure le sedi scolastiche attingendo da specifici fondi delle casse comunali.


Cui prodest
19/11/2012 | 7.59.59
Il Criticone

"A chi serve" una fontana costruita su un incrocio alla periferia di una città ? In un posto non frequentato dai cittadini e su un incrocio automobilistico che si affolla di auto solo in estate? Soldi pubblici buttati dalla finestra e ancora di più adesso se si pensa alle spese energetiche necessarie a far funzionare tutto questo assurdo e, consentitemi, obbrobrioso marchingegno. Tanto paga il popolo bue.