Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 921
SANTA CROCE CAMERINA - 31/10/2012
Attualità - A causa delle difficoltà economiche del Comune

Incubo pattume a S. Croce, netturbini in agitazione

Gli operatori ecologici devono percepire ancora lo stipendio del mese di luglio, agosto, settembre e tra non molto anche quello di ottobre Foto Corrierediragusa.it

Le difficoltà economiche del Comune potrebbero provocare lo stato di agitazione degli operatori ecologici che da mesi non ricevono lo stipendio. A farsi carico della situazione di disagio degli operatori ecologici locali è la Cgil-Funzione pubblica di Ragusa che in un comunicato annuncia la «proclamazione dello stato di agitazione, l’avvio della procedura di raffreddamento e nove giornate di astensione collettiva dal lavoro straordinario. Ad oggi – spiega la nota del sindacato - gli operatori ecologici devono percepire ancora lo stipendio del mese di luglio, agosto, settembre e tra non molto anche quello di ottobre. Quello dei ritardi degli emolumenti ai lavoratori – si rileva - è un problema che oramai è diventato cronico e le maggiori responsabilità sono d’attribuire al comune di Santa Croce Camerina, perché da moltissimi mesi non emette nei confronti dell’Impresa ecologica, regolari mandati di pagamento. Pertanto – si sottolinea -, a fronte dei notevoli ritardi nel pagare ogni qualvolta gli emolumenti agli operatori ecologici, la Cgil-Funzione pubblica invita fin da ora l’impresa a voler rispettare il vigente CCNL - FISE, cioè a pagare gli stipendi ai lavoratori entro e non oltre il 15 di ogni mese.

Trascorso il termine utile per la conclusione della procedura di raffreddamento, la scrivente organizzazione sindacale proclamerà lo sciopero di tutti gli operatori ecologici del comune di S.Croce Camerina. Viene proclamato anche lo Stato di agitazione e si avvia la procedura di raffreddamento ai sensi della legge 146/90 modifica della legge 83/2000 e dell’accordo nazionale del 01.03.2001. La Cgil proclama nove giornate di astensione collettiva dal lavoro straordinario, con inizio il 9 novembre e fine il 18 novembre prossimi».