Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 822
SANTA CROCE CAMERINA - 09/09/2012
Attualità - Ne dà notizia il presidente del comitato «Kaucana zona archeologica» Edmondo Amato

Abrogato divieto balneazione Kaucana, ma a fine estate!

Abrogata pure l’interdizione della spiaggia prospiciente la via Bizantina nella frazione
Foto CorrierediRagusa.it

E´ stato abrogato il divieto di balneazione nello specchio d´acqua antistante il lungomare Anticaglie. Abrogata pure l´interdizione della spiaggia prospiciente la via Bizantina nella frazione Kaucana del Comune di Santa Croce Camerina, sebbene ormai è fine stagione. A darne notizia, il presidente del comitato «Kaucana zona archeologica» Edmondo Amato (foto).

Con Ordinanza n.° 71 del 03 settembre 2012 il Capitano di Fregata, Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del Porto di Pozzallo Andrea Tassara ha revocato le Ordinanze della Capitaneria di Porto di Pozzallo n.° 11/2012 e n.° 15/2012. Nel corpo dell´Ordinanza si cita la specifica richiesta avanzata in data 20 agosto dal Comitato "Kaucana zona archeologica" per il ripristino della fruibilità dei luoghi.

Il presidente del comitato Amato, a nome di tutti gli aderenti, esprime soddisfazione e gratitudine nei confronti del comandante della capitaneria di porto Tassara e di tutti gli uffici che sono intervenuti, con solerzia e tempestività, nel complesso iter amministrativo che ha coinvolto il comune di Santa Croce Camerina, la provincia regionale di Ragusa che ha provveduto alla rimozione dei ferri di segnalazione del relitto della nave bizantina del VII secolo D.c., la sovrintendenza del mare della regione Siciliana e l´ufficio del genio civile di Ragusa.

Nell´ordinanza si rileva, tuttavia, che nella zona, «a causa dell´erosione in atto, si sono verificati numerosi ed evidenti cedimenti, smottamenti, crepe e frane lungo il costone roccioso presente, con potenziale pericolo di ulteriori frane e cedimenti causati dall´instabilità dell´agglomerato sovrastante l´arenile. In ragione di ciò viene interdetto l´accesso, la sosta e il transito di persone e mezzi all´interno dell´area demaniale marittima (spiaggia) ampia 8.00 mt a partire dal costone roccioso verso mare, fino a quando non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza».

«La problematica dell´erosione del costone- ha commentato Amato - dovrebbe essere risolta a seguito dell´esecuzione dei "lavori di ricostruzione della spiaggia di Caucana e Casuzze", la cui gara d´appalto è stata già indetta dal Comune di Santa Croce Camerina. I suddetti lavori prevedono infatti la realizzazione di un muro di contenimento quale rigido limite dell´erosione costiera e protezione della sede stradale sovrastante.In relazione a questi ultimi lavori e ad altre problematiche che interessano la zona, il direttivo del comitato ha richiesto al sindaco di Santa Croce Camerina l´istituzione di un tavolo tecnico permanente, sede idonea per un proficuo confronto fra cittadini ed Amministrazione comunale.

Il progetto in appalto prevede una durata dei lavori pari a 547 giorni naturali e consecutivi nonché la modifica strutturale del manufatto di accesso alla spiaggia. Il comitato, nel formulare apprezzamento per l´avanzamento dell´iter di lavori attesi da molto tempo, rappresenta la necessità di chiedere agli uffici preposti opportuni impegni e chiarimenti al fine di scongiurare ulteriori disagi per tutti coloro che fruiscono del tratto di arenile che sarà interessato dai lavori».