Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1160
SANTA CROCE CAMERINA - 14/11/2010
Attualità - S. Croce: i consiglieri La Rosa e Cascone incontrano il sindaco Schembari

Bollette idriche esose a Santa Croce, si discute ancora

Nel corso del colloquio è stata decisa una azione di sensibilizzazione sull’opinione pubblica

La vicenda legata alle bollette idriche esose continua a tenere banco anche a livello politico. I consiglieri comunali Giorgio La Rosa e Giuseppe Cascone, indipendenti di minoranza, hanno incontrato il sindaco Lucio Schembari e il presidente del consiglio comunale Giovanni Barone per un confronto sul tema del caro acqua. Nel corso del colloquio è stata decisa una azione di sensibilizzazione sull’opinione pubblica e concordata la necessità di dare maggiore informazione ai cittadini-utenti attraverso un processo di maggiore coinvolgimento e di condivisione della problematica. Il sindaco Lucio Schembari ha assicurato per il futuro un maggiore coinvolgimento del consiglio comunale e delle forze sociali, al fine di ottenere idee e proposte per un miglioramento delle attuali condizioni contrattuali con la ditta Mediale, a tutto vantaggio degli utenti.

La Rosa e Cascone hanno evidenziato inoltre come siano maturi i tempi «anche se purtroppo con notevole ritardo, - sostengono i due consiglieri di minoranza - di unire gli sforzi, al di là degli schieramenti politici, per il bene dei nostri concittadini. I dettagli delle azioni da concordare e portare avanti in totale sintonia – è l’intento dei due ex-margheritini – dovranno essere definiti in una riunione che verrà convocata nei prossimi giorni, estesa a tutti i consiglieri comunali, agli amministratori e ai tecnici comunali. Abbiamo inoltre proposto al sindaco – comunicano La Rosa e Cascone - di incontrare, al più presto, i vertici regionali, presidente e assessore regionale al ramo, insieme a tutto il consiglio comunale, grazie anche alla disponibilità in tal senso, dichiarata pubblicamente da parte dei dirigenti provinciali del movimento Mpa, da verificare e approfondire con gli stessi».

Giorgio La Rosa e Giuseppe Cascone puntualizzano che «al di là della facile demagogia perpetrata da chi vuole solo creare confusione e allarmismo sui cittadini, il problema debba essere affrontato con la necessaria serietà e con le idee chiare per la sua risoluzione per cui bisogna proporre e sostenere soluzioni valide anziché servirsi di ulteriori giochetti politici, validi solo per chi, non avendo mai lavorato per risolvere seriamente la questione, cerca di stare alla finestra, abbaiando alla luna».

L´INTERVENTO DEL COMITATO PRO-CAUCANA
Il Comitato Pro-Caucana e Casuzze interviene sulla vicenda del caro acqua nella cittadina che coinvolge anche i residenti della fascia costiera dei quali lo stesso comitato da anni segue le varie problematiche. «A nostro avviso – precisano in una nota i componenti del Comitato – c’è da fare un controllo su tutte le utenze attive sul Comune e individuare le utenze non ancora registrate, poi effettuare dei conguagli a consuntivo su ciò che si raccoglierebbe dalle sistemazioni di queste utenze ed infine preparare un confronto sul contratto «capestro» con la Mediale e la verifica della legalità dello stesso».

Il Comitato torna nell’occasione a chiedere di uniformare le tariffe per tutti i cittadini: «Non esistono utenti di serie ‘A’ e ‘B’, - è il monito dei componenti il comitato - ma contribuenti con eguali diritti. La proroga di 15 giorni sul pagamento senza applicare sanzioni non risolve di certo il problema alla radice per cui ben vengano tutti gli interventi, consigli comunali aperti e quant’altro, ma bisogna seriamente e coscienziosamente mettere mano alla problematica e risolverla definitivamente».

Il comitato Pro-Caucana ha poi incontrato l’amministrazione comunale che ha esposto ai rappresentanti dei residenti della fascia costiera il progetto di ripascimento delle spiagge di Casuzze e Caucana, i cui lavori dovrebbero iniziare tra 60 giorni. Il Progetto prevede di inserire una barriera sommersa sul lato destro della spiaggia di Casuzze così da interrompere il flusso di corrente che porta via la sabbia dal litorale centrale. Il comitato ha poi contattato l´assessore provinciale Salvo Mallia per chiedere di attivare al più presto l´intervento per la chiusura del passaggio di corrente che crea lo spostamento della breccia da Caucana a tutto il litorale fino a Casuzze.

L´assessore si è coordinato con il sindaco Lucio Schembari rassicurando che tale intervento sarà effettuato al più presto. Il Comitato Pro Caucana ha poi rinnovato all’amministrazione comunale santacrocese la creazione del lungomare in legno tra Casuzze e il Lido della Polizia, tra l’altro inserito nel Piano Spiagge. Altri interventi che si attueranno sono la riqualificazione di Piazza Venezia, lo spazzamento e la pulizia generale delle borgate, la ripavimentazione delle strade attraverso cantieri di lavoro regionali, la realizzazione di una grande piazza, la collocazione degli specchietti in alcuni pericolosi incroci di Villaggio Pescazze, delle luminarie da posizionare a Casuzze per il prossimo Natale.