Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 369
SANTA CROCE CAMERINA - 23/10/2010
Attualità - Santa Croce Camerina e Scicli: le rispettive giunte hanno deliberato i progetti

Differenziata al via a Santa Croce Camerina e a Scicli

Le due città si proiettano verso il futuro

Santa Croce avrà la raccolta differenziata secondo schemi più razionali e moderni. La giunta municipale ha deliberato il progetto per il porta a porta o con conferimento volontario per un importo complessivo di quasi 3,5 milioni di euro. L´amministrazione comunale si propone di raggiungere in pochi mesi dal suo inizio tra il 40 e il 50% di raccolta differenziata dei rifiuti nel nostro territorio permettendo non solo di migliorare l’impatto ambientale sul territorio ma anche di non aumentare le tasse per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, portando indirettamente a un risparmio per i cittadini e le stesse casse comunali.

Il progetto, che partirà il prossimo 1° gennaio e avrà la durata di tre anni dei quali il primo in via sperimentale, prevede due modalità di attuazione della raccolta differenziata. La prima sarà la classica raccolta «porta a porta». La società che avrà in appalto la raccolta predisporrà, a secondo le abitazioni, se condominiali o singole, una ecopattumiera antirandagismo che varierà per dimensioni e capienza a seconda appunto le abitazioni alle quali sarà destinata. Nei vari giorni della settimana la ditta appaltatrice organizzerà la raccolta a secondo il tipo di differenziato da raccogliere, indicando orari e modalità del ritiro.

Il secondo tipo di raccolta verterà su un sistema di conferimento volontario presso determinati punti di raccolta e in precisi giorni della settimana dove sarà messa a disposizione una raccoglitrice mobile presso la quale appunto l’utente deporrà i rifiuti differenziati. Questo sistema consentirà di provvedere a pesare i rifiuti differenziati conferiti che verranno tramutati in un importo che verrà detratto dalla tassa dei rifiuti per quell’utente con un risparmio per anno anche di una certa consistenza.

Il sistema quindi lascia ampia libertà agli utenti di provvedere alla raccolta differenziata, premiando quelli che conferiranno volontariamente con una diminuzione delle tasse ma stimolando comunque quelli che non conferiranno volontariamente a favorire comunque la differenziata nel territorio con indubbi vantaggi per la collettività e per le energie finanziarie del Comune. Dopo il primo anno sperimentale, verranno messe in atto tutti gli adeguamenti necessari per migliorare il servizio e renderlo attuabile e razionale.

La raccolta differenziata partirà a breve anche a Scicli, dove la giunta Venticinque si è organizzata in questo senso.