Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1102
ROMA - 16/10/2016
Attualità - Il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini invitata dal premier Renzi a partecipare alla visita di Stato

La sindaca di Lampedusa a cena con Obama

"Sono onorata. E’ un riconoscimento per il lavoro svolto a Lampedusa" Foto Corrierediragusa.it

La sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini parteciperà martedì, assieme a Matteo Renzi, alla cena con il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che si terrà alla Casa Bianca. Il primo cittadino lampedusano, infatti, sarà una delle quattro donne scelte dal premier come ´simbolo dell´eccellenza italiana´ che accompagneranno il presidente del Consiglio alla Casa Bianca per la cena ufficiale con il presidente degli Stati Uniti. Insieme al sindaco di Lampedusa la campionessa paralimpica Bebe Vio, la direttrice del Cern Fabiola Gianotti, la curatrice del dipartimento di Architettura e Design del Moma Paola Antonelli. La Casa Bianca ha ufficializzato che Barack Obama e la first lady accoglieranno il premier Matteo Renzi e sua moglie, Agnese Landini, per una la visita ufficiale con una cena di Stato.

Giusi Nicolini, sindaca della maggiore isola delle Pelagie, dal 2012, ha accolto la notizia quasi incredula e con grande emozione. "Sono onorata –dice - è un riconoscimento per il lavoro svolto a Lampedusa. E’ un appuntamento che quasi mi stordisce. Sono certo di una cosa: i valori e l’esempio che Lampedusa rappresentano, quello che l’isola ha fatto dovrebbero essere un sentire comune italiano. Mi auguro di poter parlare con il presidente Obama del fenomeno dell’emigrazione, delle popolazioni che vivono la fame e la guerra. Che si possa parlare dell’accoglienza e del Mediterraneo perché Lampedusa non è solo la porta d’Europa ma un luogo emblematico del Mediterraneo».