Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1290
ROMA - 18/02/2015
Attualità - Accordo raggiunto tra l’amministratore delegato di Fs e l’assessore regionale ai Trasporti

Passeggeri in salvo, i treni traghetteranno sullo Stretto

Marcia indietro delle Ferrovie che avevano annunciato lo stop dal prossimo giugno all’attraversamento che avrebbe costretto i passeggeri a scendere Foto Corrierediragusa.it

Le Ferrovie fanno marcia indietro. I treni continueranno ad attraversare lo Stretto di Messina e i passeggeri non saranno costretti a scendere per raggiungere Villa S. Giovanni. E´ l´esito dell´incontro tenutosi a Roma tra l’amministratore delegato del Gruppo Fs Italiane, Michele Mario Elia, e l’assessore ai trasporti della Regione Sicilia, Giovanni Pizzo. Il comunicato ufficiale parla chiaro: "Nessuna riduzione nell’offerta di trasporto ferroviario da e per la Sicilia. E´ stato inoltre concordato di avviare ogni possibile azione di miglioramento per ridurre sensibilmente i tempi di percorrenza delle tratte interne e dei treni a lunga percorrenza da e per la Sicilia".

I tagli previsti a partire dal prossimo giugno da Fs ed illustrati ai sindacati due settimane fa non ci saranno. La mobilitazione della classe politica siciliana, del presidente della Regione, dei sindacati e la manifestazione tenutasi a Roma hanno avuto dunque il loro effetto anche se ora bisognerà vigilare sull´offerta che Fs introdurrà con il nuovo orario.