Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 964
ROMA - 23/11/2014
Attualità - Dal 24 al 28 novembre il servizio televisivo pubblico si occuperà del fenomeno

Immigrazione, Tgr Rai dedica una campagna sociale

Centinaia di giornalisti saranno «sul campo» per raccontare in ogni angolo del paese, dalle grandi città ai centri più piccoli e isolati, un’Italia che è alle prese ogni giorno con l’immigrazione e l’integrazione. Il direttore della Testata giornalistica regionale Vincenzo Morgante: «L’Italia chiede di essere raccontata con passione professionale e civile»
Foto CorrierediRagusa.it

L´integrazione possibile" è il tema della nuova campagna sociale della Tgr, la testata giornalistica della Rai, che prenderà il via lunedì 24 novembre e che sarà dedicata ai problemi dell´immigrazione e dell’integrazione nei vari aspetti sociali, economici, culturali. Come per le campagne precedenti, dedicate alla sicurezza sul lavoro e alla scuola, che hanno registrato interesse e partecipazione da parte degli ascoltatori, per tutta la prossima settimana le 24 redazioni della Tgr (una per ogni regione, oltre quelle impegnate nell’informazione locale per le minoranze linguistiche) dedicheranno servizi, inchieste, collegamenti in diretta, approfondimenti e informazioni di servizio a questo delicato argomento in tutta la produzione della testata, da "Buongiorno Italia" e «Buongiorno Regione» alle edizioni del Tg, passando per i giornali radio regionali, per le rubriche a diffusione nazionale, e per il sito web tgr.rai.it che proporrà un dossier costantemente aggiornato. Centinaia di giornalisti saranno «sul campo» per raccontare in ogni angolo del paese, dalle grandi città ai centri più piccoli e isolati, un´Italia che è alle prese ogni giorno con questa problematica, e che quasi mai viene raccontata nelle cronache quotidiane dei giornali e delle reti radiotelevisive nazionali. Un´Italia per la quale l´immigrazione è certamente un problema ma in molti casi è anche una risorsa e una opportunità; un´Italia della quale scopriamo insospettate capacità di accoglienza e apertura culturale.

«Un’Italia - ha dichiarato il direttore della Tgr Vincenzo Morgante (foto) - che chiede di essere raccontata con passione professionale e civile nell’ottica di quella informazione di prossimità che rappresenta la specificità della nostra testata giornalistica nel panorama dell’offerta radiotelevisiva: una informazione radicata nei territori e nella vicenda umana e civile delle comunità locali, e che ha l’ambizione di dare un senso compiuto alla missione del servizio pubblico». Dal 24 al 28 novembre la Tgr racconterà dunque le tante criticità, il disagio sociale, i fenomeni di sfruttamento del lavoro, delle donne e dei minori, ma anche i tanti aspetti positivi: tante belle storie di integrazione. Un racconto nella cui costruzione saranno coinvolti direttamente gli ascoltatori, con le loro segnalazioni alle redazioni regionali della Rai che forniranno lo spunto per inchieste e approfondimenti.

Questa grande staffetta informativa si concluderà sabato 29 novembre con una edizione speciale del Settimanale della Tgr a diffusione nazionale che sarà trasmessa in diretta da Milano, in via Padova, che è stata definita la strada più «multietnica» d’Italia, con collegamenti e servizi da molte parti del paese.