Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 818
ROMA - 26/01/2012
Attualità - La compagnia di bandiera ha firmato un protocollo d’intesa con le due low cost

Alitalia acquisisce Wind Jet e Blu, ritorna il monopolio

Le due compagnie portano in dotazione 12 aerei e due milioni di passeggeri trasportati l’anno ciascuna

Liberalizzazioni, competitività, concorrenza. E’ il mantra del governo Monti, sono le parole che sono entrate ormai a far parte del vocabolario contemporaneo perché alla base di una società più fluida, senza lacci e laccioli, un’economia più leggera capace di rispondere alla richieste di mercato.

Tutto bene dunque se non fosse che proprio in questi giorni dove, anche se non soprattutto in Sicilia, si discute di liberalizzazioni, i segnali concreti sono di tutt’altro segno. Come non leggere così infatti, soprattutto per chi risiede al qua dello Stretto, il protocollo firmato da Alitalia con Wind Jet e Blue Panorama. Accade infatti che la compagnia di bandiera, già alle prese con bilanci non proprio solidi, abbia acquisito Wind Jet e Blue Paronama, le due compagnie low cost che per i siciliani negli ultimi cinque anni hanno voluto dire la fine del monopolio Alitalia che sulle rotte di Catania e Palermo ha fatto il bello ed il cattivo tempo.

Si legge testualmente sul comunicato ufficiale: «Le tre compagnie puntano all´integrazione industriale con l´obiettivo del consolidamento per affrontare il mercato del trasporto aereo che sta mettendo a dura prova big come Air France e American Airlines e che, in Italia, ha spazzato via Lufthansa Italia e piccoli vettori da Myair a AirAlps, a Alpi Eagles, a Livingston che hanno portato i libri in tribunale. Il cda di Alitalia ha avviato le procedure per le due operazioni (il protocollo d´intesa con Wind Jet è stato sottoscritto il 20 gennaio mentre quello con Blue Panorama ieri). Sulla base di sinergie e complementarietà per rete di collegamenti, mercati serviti e flotta, Alitalia (144 aerei), Blue Panorama (12) e Wind Jet (12) affermano di poter aumentare la competitività, moltiplicare le opportunità per i clienti e la capacità del Paese di attrarre turismo internazionale».

Tutti insieme appassionatamente dunque e fine del regime low cost con molta probabilità. Wind Jet e Blue Panorama portano in dotazione ad Alitalia i loro due milioni di passeggeri trasportati l’anno e gli slot di Fontanarossa. Una mossa che era stata anticipata nelle alte sfere della finanza perché i costi crescenti di gestione delle due compagnie non potevano ormai reggere l’urto di un mercato difficile.

Ma i consumatori? Ma i siciliani? Dovranno prepararsi a pagare di più i biglietti per Roma e Milano, un ritorno al passato che consolida un monopolio che l’Alitalia ha imposto negli anni perché la rotta Roma Catania è la più remunerativa dopo la navetta Roma Milano. Che servano i forconi del cielo?


E´ ora di aprirlo
27/01/2012 | 22.22.12
Fabbbios

E´ ora di aprire l´aeroporto di Comiso con nuove compagnie che riescano a fare concorrenza ad Alitalia & co. per non spaventare i viaggiatori.


Alitalia
27/01/2012 | 8.41.47
AcidoModicA

"Il 3 ottobre 2008 l´ambasciata statunitense a Roma trasmette un cable (rilasciato nel 2011 da wikileaks) in cui contesta l´acquisizione dell´azienda pubblica da parte di CAI, paragonandola negativamente ad altre vicende simili già accadute nel paese, che, a dire del relatore, invece di favorire la concorrenza creano dei monopoli de facto (in questo caso guidato da uomini vicini a Silvio Berlusconi) a svantaggio del paese e dell´utenza [[[]]8[]]"
(Fonte wikipedia)

VOI INVECE SCRIVETE:

"Liberalizzazioni, competitività, concorrenza. E’ il mantra del governo Monti, sono le parole che sono entrate ormai a far parte del vocabolario contemporaneo perché alla base di una società più fluida, senza lacci e laccioli, un’economia più leggera capace di rispondere alla richieste di mercato...."

Vogliamo addebitare a Monti gli atti delinquenziali di qualcun altro?