Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 637
ROMA - 03/08/2011
Attualità - Due parlamentari leghisti contestano i voti degli esami di Stato nelle scuole del Meridione

Troppe lodi al Sud, facciamo una sfida con il Nord

"Qualcuno crede davvero che in Campania, Sicilia, Calabria, Puglia, Lazio siano tutti geni, mentre dal Centro al Nord tutti somari?"

Una sfida tra cervelloni del Nord e del Sud. La proposta arriva dai giovani deputati della Lega Nord Paolo Grimoldi e Davide Cavallotto, rispettivamente responsabile federale e coordinatore nazionale piemontese del Movimento giovani padani. "Leggere ancora oggi che nelle scuole superiori al Sud si registrano il doppio dei 100 e lode del Nord, è vergognoso e imbarazzante", hanno detto i due esponenti leghisti riferendosi, senza citarlo, a un articolo sul "Corriere della Sera".

"Ma qualcuno crede davvero che in Campania, Sicilia, Calabria, Puglia, Lazio siano tutti geni, mentre dal Centro al Nord tutti somari? Facciamola veramente questa sfida comparativa tra i 100 e lode sudati in Padania e quelli spesso regalati nel Sud - hanno proseguito - avremmo la conferma dell´assurdità del valore legale del titolo di studio, di cui la Lega chiede da tempo l´abolizione. Abbiamo moltissimi giovani padani diplomati con 100 e lode, ma anche con molto meno che si confronterebbero senza problemi con i ´cervelloni´ del Sud, soprattutto con quelli usciti a grappolo da una stessa scuola superiore".

Ogni anno, puntuali, vengono pubblicati i dati sugli esami di maturità e scoppia la polemica. Al Sud, infatti, secondo le statistiche ci sono troppi 100 e lode alle superiori rispetto alle regioni del Nord. In una scuola della Calabria, ad esempio, oltre 20 studenti hanno preso il massimo dei voti, contro i 2-3 dellla media degli istituti dalla Campania in su. «Facciamola la sfida comparativa tra i 100 e lode sudati in Padania e quelli spesso regalati nel Sud – hanno proseguito i due leghisti – avremmo la conferma dell’assurdità del valore legale del titolo di studio, di cui la Lega chiede da tempo l’abolizione. Abbiamo moltissimi giovani padani diplomati con 100 e lode, ma anche con molto meno che si confronterebbero senza problemi con i ‘cervelloni’ del Sud, soprattutto con quelli usciti a grappolo da una stessa scuola superiore».