Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1485
RAGUSA - 23/07/2010
Attualità - Ragusa: clamorosa decisione al termine della riunione politica dello scudo crociato

Soaco: l’Udc resta in giunta, ma Lavima si è dimesso

Il segretario era per l’intransigenza e per ritirare gli assessori dalla giunta Alfano. Messo in minoranza dalla segreteria, ha rassegnato le dimissioni direttamente al regionale Saverio Romano
Foto CorrierediRagusa.it

La Soaco spacca l’Udc ma salva la giunta di Comiso. Pinuccio Lavima (nella foto)ha rassegnato le dimissioni dalla carica di segretario provinciale del partito. Tra il seguire la linea dura nei confronti del sindaco di Comiso Giuseppe Alfano, che si era autonominato presidente della Soaco, e optare per una posizione morbida e attendista, è prevalsa la seconda. E Lavima ha lasciato la guida del partito un minuto dopo.

E’ successo nel pomeriggio, nel corso della riunione politica che lo stesso Lavima aveva convocato per le 18. L’incontro è finito molto prima rispetto ai tempi previsti, perché tutto l’establishment dell’Udc ha dato ascolto ai consigli di Giuseppe Alfano, cioè di attendere qualche altra settimana prima di dichiarare la crisi nella giunta di Comiso. Crisi che viene così scongiurata, sia a Comiso che alla Provincia.

Il segretario, portavoce della «linea dura» da quando i rapporti con il sindaco di Comiso sono diventati difficili, ha dovuto fare marcia indietro per volere degli altri componenti della segreteria. Sicché ha preso carta e penna ed ha inviato un fax al segretario regionale del partito Saverio Romano.

Alla riunione politica hanno partecipato, oltre a Lavima, anche il deputato regionale Orazio Ragusa, il presidente della Provincia Franco Antoci, il vice sindaco del Comune di Ragusa Giovanni Cosentini, tutta la segreteria, gli assessori e i consiglieri delle varie giunte locali. Il deputato nazionale Giuseppe Drago non ha fatto in tempo a raggiungere la sede di piazza del Popolo a Ragusa perché la riunione era già terminata. Pare, comunque, che anche il parlamentare nazionale si fosse espresso per concedere qualche altro mese di proroga al sindaco Giuseppe Alfano.

A questo punto Alfano è costretto a prendere atto positivamente di questa ulteriore apertura di credito da parte dell’Udc. La crisi s’allontana, ma deve rivedere la sua idea sulla nomina della presidenza Soaco. Se la sua è a termine, come ha egli stesso annunciato, chi sarà il vero presidente della società aeroportuale evitando di irritare le componenti del Pdl che fanno capo a Nino Minardo e a Innocenzo Leontini?